Basket serie A2 femminile. La Cestistica Spezzina si arrende al Selargius

La Cestistica Spezzina perde 55-65 contro la Techfind Selargius. Le spezzine non riescono a trovare feeling con il PalaSprint e nonostante una reazione nel terzo periodo, la compagine sarda gestisce con lucidità gli ultimi possessi e porta a casa la vittoria.

4 dicembre 2023
La Cestistica Spezzina si arrende al Selargius
La Cestistica Spezzina si arrende al Selargius

CESTISTICA SPEZZINA

55

TECHFIND SELARGIUS

65

CESTISTICA SPEZZINA: Colognesi 12, Castelli ne, Cappellotto 7, Templari 12, Baldassarre 2, Carraro 1, Favre 16, Guzzoni 5, Guerrieri ne, Ratti ne, Capra. All: Corsolini.

TECHFIND SELARGIUS: Reani, El Habbab 13, Mura 5, Pandori 3, Berrad ne, Granzotto 12, Ceccarelli 16, Corongiu, Pavrette 16, Poddighe ne. All: Righi.

ArbitrI: Davide Mariotti di Cascina (Pi) ed Edoardo Di Salvo di San Giuliano Terme (Pi).

Parziali: 12-16, 24-32, 41-47

LA SPEZIA – Battuta d’arresto per la Cestistica, che non trova feeling col PalaSprint ed esce sconfitta 55-65 dal confronto con Selargius. Le bianconere segnano il primo canestro della partita, ma poi inseguiranno la Techfind per tutto il resto della gara, con la compagine sarda che reagisce immediatamente con un 7-0 di parziale. E si può proprio dire che questa sia stata una partita di parziali: dopo quello in apertura di match già citato, a cavallo tra primo e secondo quarto è arrivata la prima spallata ad opera di Selargius, con un 10-0 che ha portato le ospiti a doppiare le padrone di casa (12-24). L’orgoglio delle spezzine però finalmente riesce ad emergere ed ecco che arriva un 10-4 che dimezza lo svantaggio delle bianconere (22-28). All’intervallo lungo ci si va sul 24-32 per la Techfind. Nel terzo periodo Favre e Colognesi accendono il match con una manciata di folate che portano fino al -2 (38-40) dopo un parziale di 12-4 in cui la Cestistica ha chiuso le maglie in difesa, riuscendo anche a trovare punti facili in transizione, cosa che era riuscita poco nel primo tempo. La fiducia però dura giusto qualche minuto perché, fra terzo e ultimo quarto, Selargius trova un break di 15-3 che indirizza definitivamente la gara verso la compagine sarda (41-55). Le spezzine provano a rientrare con un controparziale di 8-2 (49-57), ma la Techfind è solida e gestisce con lucidità gli ultimi possessi della partita, che finisce 55-65 per le ospiti. Le bianconere in doppia cifra sono tre (Colognesi, Favre e Templari), ma non basta per arrivare al successo e muovere la classifica, in cui la Cestistica rimane a metà e ferma a quota 10 punti.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su