Basket serie B. Ferrara esagerata, alla seconda fase da quarta

Successo nettissimo sulla Sansebasket (priva di Bona) e prestazioni sopra le righe per Cecchetti e Romondia

18 febbraio 2024
Ferrara esagerata, alla seconda fase da quarta

Il giovane play Romondia è stato tra i migliori in campo (Foto Bp)

sansebasket cremona

58

ferrara basket

93

SANSEBASKET : Zovadelli, Resmini, Belloni 14, Galdiolo 8, Pedretti, Fiammenghi 3, Vecchiola 8, Galli 11, Cottarelli 2, Vacchelli 8, Speronello 4. All. Coccoli.

FERRARA BASKET: Bellini 4, Romondia 15, Cattani, Drigo 11, Kuvekalovic 21, Porfilio 2, Yarbanga 5, Cecchetti 19, Manias 2, Ballabio 7, Jovanovic 2, Marchini 5. All. Benedetto.

Parziali: 13-29; 38-45; 47-71.

E’ la miglior versione da trasferta di Ferrara quella che sbanca il campo di Cremona e si guadagna l’accesso al Play-In Gold, dopo una partita dominata in lungo e in largo contro una Sansebasket priva degli acciaccati Bona e Piarczak. Gli uomini di Benedetto approcciano in maniera perfetta e nell’ultimo quarto toccano addirittura il +30 con un Cecchetti stratosferico e un Romondia sempre più convincente, così Ferrara spodesta gli avversari dal quarto posto e si guadagna la seconda fase assieme a Bergamo, Pordenone, Gardonese e Oderzo. Partenza sprint di Ferrara, con Cecchetti che domina nel pitturato e guadagna subito un paio di rimbalzi offensivi, Kuvekalovic appoggia al vetro l’8-2 e nel giro di pochi possessi segna due triple in fila che portano i suoi sul +7. Buonissimo approccio degli estensi che trovano ottime soluzioni da dentro l’area e al 7’ toccano già la doppia cifra di vantaggio, la "bomba" di Drigo dall’angolo fa volare Ferrara sul 26-11 e a un minuto dalla prima sirena è addirittura +18 grazie ad un’altra tripla di Romondia.

Gli esterni di Benedetto sono decimati dai falli e il tecnico calabrese è costretto a schierare Yarbanga da "3", ma Ferrara comincia a soffrire e in avvio di secondo parziale arriva un break di 7-0 in favore di Cremona che si riporta a -9. I biancazzurri non segnano per 4’, Vecchiola dall’arco sigla il -6 ma un coraggioso Romondia risponde dai 6,75 per il nuovo +7 biancazzurro all’intervallo.

Avvio di ripresa da sogno, parziale di 9-0 in 3’ e Ferrara tocca di nuovo il +16, sospinta da un enorme Romondia e da una difesa di ferro, che per sei lunghi minuti non concede nemmeno un canestro ai padroni di casa. Capitan Drigo col gioco da tre punti porta i suoi sul +21, la Sansebasket si innervosisce e in campo c’è solo Ferrara, che nell’ultimo quarto allunga addirittura fino al +30, complice pure un attacco cremonese in profonda crisi. I biancazzurri non steccano la gara più importante di questa prima parte di stagione e possono guardare con grandissima fiducia al prosieguo del campionato, magari con un innesto nel reparto esterni per rinforzare un organico già competitivo.

Jacopo Cavallini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su