Basket serie b, il pivot romano racconta il suo momento: "benedetto mi chiede un gioco più dinamico per evitare i raddoppi». Cecchetti: "Ferrara Basket, ora ci crediamo. Col coach un approccio diverso»

Il cambio di allenatore ha portato miglioramenti al Ferrara Basket 2018, con Alessandro Cecchetti che ha beneficiato maggiormente. Il centro romano ha mostrato una ripresa significativa nelle ultime due partite, grazie al nuovo approccio del coach Benedetto. Cecchetti è ora chiamato a un gioco più dinamico per evitare il raddoppio costante. L'obiettivo è vincere le quattro partite rimanenti. Il clima è più disteso e le cose stanno andando meglio grazie all'approccio positivo del nuovo allenatore.

24 gennaio 2024
Cecchetti: "Ferrara Basket, ora ci crediamo. Col coach un approccio diverso"
Cecchetti: "Ferrara Basket, ora ci crediamo. Col coach un approccio diverso"

"Coach Benedetto ha cambiato praticamente tutto, ora siamo più consapevoli di noi stessi e cercheremo di vincere le quattro partite che rimangono alla fine della prima fase". Alessandro Cecchetti è forse il giocatore che fin qui si è giovato di più del cambio di allenatore in casa Ferrara Basket 2018: nelle ultime due gare il centro romano è sembrato in netta ripresa rispetto ad un primo periodo in cui poche volte aveva convinto. "E’ stato come ritrovarsi al 18 agosto – spiega Cecchetti –, il nuovo coach non ha tenuto nulla degli schemi che avevamo prima, e anche l’approccio è totalmente diverso rispetto a Furlani. Abbiamo fatto tabula rasa e siamo ripartiti da capo, a Pizzighettone non era facile vedere dei miglioramenti dopo appena due giorni di lavoro, ma già dalla partita con Fidenza siamo riusciti a mettere in campo quello che ci chiede il coach. La gara con Cernusco? Loro in casa si giocano tutte le partite, nella prima parte di stagione avevamo sofferto quel tipo di gioco intenso ed aggressivo, al limite del fallo, mentre stavolta siamo stati bravi ad indirizzare la sfida già nel secondo quarto. Per quanto mi riguarda rispetto a prima mi vengono fatte richieste diverse, Benedetto mi chiede un gioco molto più dinamico per evitare di venire raddoppiato costantemente". Cecchetti intravede quindi un finale di stagione positivo: "Innanzitutto dobbiamo cercare di vincere le quattro partite che ci rimangono, consapevoli che le insidie sono dietro l’angolo. Il clima è più disteso, le cose stanno andando meglio, grazie soprattutto all’approccio del nuovo coach che da subito è stato positivo nei nostri confronti".

Jacopo Cavallini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su