Basket Serie B Interregionale. Use battagliera espugna La Spezia. Giannone dalla lunetta è glaciale

L'Use Computer Gross vince una battaglia contro La Spezia con un tiro libero di Giannone a tre decimi dalla fine, portando a casa una vittoria importante di 80-81. Il gruppo dimostra forza e maturità nonostante le assenze e la pressione del palazzetto di casa.

29 gennaio 2024
Use  battagliera espugna La Spezia. Giannone dalla lunetta è  glaciale
Use battagliera espugna La Spezia. Giannone dalla lunetta è glaciale

LA SPEZIA TARROS

80

USE COMPUTER GROSS

81

USE COMPUTER GROSS: Giannone 12, Baldacci, Baccetti 2, Sesoldi 2, Rosselli 10, Foglie ne, Calabrese 19, De Leone ne, Mazzoni 12, Quartuccio 4, Tosti ne, Cerchiaro 4. All. Valentino (ass. Elmi/Cappa)

LA SPEZIA: Carpani 11, Mencarelli, Filippo Paoli 7, Matto Paoli 24, Cozma ne, Stefanini 2, Fazio, Carro ne, Sakalas 23, Tintori 7, Rajacic 6. All. Scoccher

Arbitri: Fabiani e Orlandini di Livorno Parziali: 17-21, 40-47 (23-26), 58-70 (18-23), 80-81 (22-11)

LA SPEZIA - Una vittoria importante e da ricordare quella che l’Use Computer Gross ha portato a compimento al termine di una vera e propria battaglia a La Spezia. Un Giannone che sale in cattedra e che con una calma glaciale decide la gara sull’80-81 quando mancano tre decimi alla sirena e quando, sull’ultimo possesso dopo un time-out, si prende tutto il fardello della responsabilità sulle spalle. Un successo che certifica la forza del gruppo che, nonostante le assenze e la forza dell’avversario, ha dimostrato di saper giocare un ottimo basket e di reggere la pressione quando il palazzetto di casa diventa una vera e propria bolgia.

Nel percorso seguito finora in questa stagione, una vera e propria prova di maturità per gli empolesi. La Computer Gross parte subito forte firmando uno 0-6 grazie a Giannone, Calabrese e Rosselli. Sakalas muove il tabellino ligure e dà il via alla rimonta spezzina fino all’8-9 che, lo stesso Sakalas, trasforma nel 10-9 al 7’. Si va al riposo sul 40-47, dopo una prima fase molto combattuta. Il più 20 arriva sul 47-67, dopo una fase convulsa che vede l’espulsione di un dirigente della panchina di casa.

La Spezia reagisce e rientra sul 59-70, momento nel quale coach Valentino chiama timeout. Nella fase finale ecco che arriva il momento di Giannone, l’ultimo possesso lo gestisce lui, trovando il fallo e andando in lunetta a 3 decimi dalla sirena. La pratica la risolve col primo sbagliando poi volutamente il secondo. La Spezia è espugnata: 80-81.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su