Basket serie C: la Folgore Fucecchio stasera al palasport biturgense. Una Dukes ambiziosa. Mameli vuole i playoff

La Romolini Immobiliare Dukes Sansepolcro cerca di mantenere il quarto posto in classifica per accedere ai play-off nel campionato di serie C maschile toscana. La squadra ha bisogno di due vittorie per raggiungere l'obiettivo.

3 febbraio 2024
Una Dukes ambiziosa. Mameli vuole i playoff
Una Dukes ambiziosa. Mameli vuole i playoff

SANSEPOLCRO

Meno tre giornate alla conclusione della stagione regolare nel campionato di serie C maschile toscana e la Romolini Immobiliare Dukes Sansepolcro è impegnata nel mantenimento di quel quarto posto in classifica che garantirebbe il passaggio ai play-off. Per il raggiungimento matematico dell’obiettivo, ai bianconeri di coach Mameli servono quattro punti, quindi due vittorie; questo pomeriggio alle 18,30, sul parquet del palasport biturgense, scende la "cenerentola" Folgore Fucecchio, ultima con soli 2 punti; sulla carta, quindi, l’impegno si prospetta abbordabile, poi seguirà la trasferta sul campo della Valdisieve, avversaria di medio-bassa classifica e infine nell’ultimo turno arriverà a Sansepolcro il San Vincenzo, attuale seconda forza dietro la capolista Costone Siena. Ma è tempo di concentrarsi sul Fucecchio, cercando di conquistare quella vittoria che avvicinerebbe al primo importante traguardo, persino storico per la pallacanestro cittadina.

"Siamo più che soddisfatti di come questa prima esperienza in C sta andando – ha dichiarato il direttore sportivo Maurizio Corvina – e mantenere il quarto posto significherebbe intanto garantirci la permanenza in categoria, oltre che disputare i play-off". Un percorso iniziato in estate, con i primi significativi acquisti? "L’ingaggio dell’ala Norma Hassan, del centro Milos Mihajlovic e della guardia Giacomo Della Mora aveva già dato un buon assetto di squadra, poi l’arrivo in dicembre dell’altra al Stefano Calzini e della guardia Marco Cipriani ha conferito la giusta quadratura, non dimenticando la conferma dei giocatori che hanno vinto la D. Possiamo contare anche su un buon seguito di pubblico e comunque abbiamo creato una società ben strutturata e capace di riavvicinare la città a questa disciplina, che comunque ha una tradizione di oltre 60 anni. Solo così è stato possibile fare il salto di qualità".

Claudio Roselli

Continua a leggere tutte le notizie di sport su