Basket - Serie "C» maschile. Bama con Sansepolcro. Compito difficilissimo

Il Bama Altopascio affronta Romolini Sansepolcro nella terz'ultima gara della regular season. Nonostante le possibilità di migliorare il piazzamento, la squadra si concentra sul recupero degli infortunati. Romolini Sansepolcro è ancora in corsa per il quarto posto. Il Bama Altopascio ha faticato in questa stagione, ma l'arrivo di Barbarosa potrebbe fare la differenza nei play-out.

28 gennaio 2024
Bama con Sansepolcro. Compito difficilissimo
Bama con Sansepolcro. Compito difficilissimo

Terz’ultima gara della regular season della prima fase per un Bama Altopascio (che riposerà l’11 febbraio), franchigia per la quale queste ultime gare sono poco più di amichevoli. Sì, perché, a quota 10, con tre gare da disputare, non cambierebbe molto la sostanza, anche vincendole tutte. Certo, migliorerebbe il piazzamento, forse, ma sarà necessario strappare la salvezza nelle fasi successive. Diventa fondamentale recuperare gli infortunati storici: Dal Canto, Chiarugi, Nieri.

Comunque, questo pomeriggio, al "Palapertini" di Ponte Buggianese, ore 18 (arbitri Martini di Porcari e Fabbri di Campi Bisenzio), si gioca contro Romolini Sansepolcro. Un team che si è messo in evidenza: secondo peggior attacco per il club in provincia di Arezzo tra le compagini che hanno disputato sin qui sedici partite, ma ottima difesa. Tra l’altro i "Dukes" sono ancora in corsa per il quarto posto che conduce direttamente alla poule promozione. Un team molto fisico e dotato di talento quello di coach Mameli, con molti professionisti, che ha inserito a dicembre due rinforzi di alta qualità come la guardia Cipriani (15 a gara la stagione scorsa in "C" Gold a Todi) e l’ala Calzini, in uscita dalla Sba Arezzo, "B" interregionale.

Compito difficilissimo, quindi, per il team di Traversi, anche se, lontano dalle mura amiche, gli avversari faticano a trovare continuità. I rosablu, invece, sono ultimi in tutti e due i lati del campo, nel fatturato offensivo e nella tenuta difensiva. I tifosi si sono divertiti poco in questa stagione. Con vari record negativi di punti subiti, di scarti... polari. Come il -31 contro Bottegone nello spareggio salvezza, con soli 12 punti segnati in tutto il secondo tempo, appena tre nell’ultimo quarto.

L’arrivo di un giocatore di spessore come Barbarosa sembrava aver dato un quid in più, ma, purtroppo, il croato ha anche avuto acciacchi fisici. Averlo in forma nei play-out (definiamoli così che è più semplice) sarà fondamentale.

Mas. Stef.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su