Batman, il ritorno al Flaminio: "Match diverso dagli altri"

Sarà una partita speciale quella di domenica per il riminese Davide Meluzzi "Giocare a casa mia è sempre speciale, ma Agrigento viene per vincere".

9 febbraio 2024
Batman, il ritorno al Flaminio: "Match diverso dagli altri"
Batman, il ritorno al Flaminio: "Match diverso dagli altri"

Sarà l’11 febbraio, il ritorno di Batman. Al Flaminio sarà carnevale, con la società a far entrare gratis gli under 14 che verranno mascherati. Un contorno di festa, ma il vero Batman, Davide Meluzzi, sarà in campo con la maglia di Agrigento. A cercare di far decollare una squadra, la sua Moncada, che nel girone verde è arrivata decima con 12 punti e che ha bisogno assoluto di vittorie per risalire la china. È un ritorno da figliol prodigo un po’ particolare, questo che segna l’inizio della fase a orologio. Una partita stretta tra le necessità delle due squadre di strappare un successo e con poco spazio per abbracci e romanticherie. Un pizzico di emozione però farà capolino, quella sarà inevitabile.

"A prescindere da tutto giocherò davanti alla mia gente e l’emozione ci sarà di sicuro – dice proprio Meluzzi -. Sarà un piacere ritrovare tanta gente, dai miei migliori amici che non vedo da un po’ a tutti gli altri che conosco. La piazza la conosco bene ed è caldissima, non sarà una partita normale". Non proprio fortunatissime, le esperienze senior a Rimini del classe ’98 cresciuto nelle giovanili Crabs. La scorsa estate l’ultimo addio, con Rbr a virare proprio su un ex Agrigento come Grande in posizione di play-guardia e Meluzzi a fare il viaggio inverso in direzione Sicilia.

Per lui, finora, una stagione da 8.6 punti e 2.6 assist in 26 minuti di utilizzo medio. Lo scorso anno invece fece registrare 7 punti e 2.2 assist in 22’. Alla stessa maniera di Rimini, anche Agrigento ha operato un cambio della guida tecnica nel corso della stagione, con l’esperto Marco Calvani al posto di Damiano Pilot. "Due idee di gioco diverse e abituarsi magari all’inizio non è facile – spiega ancora Davide Meluzzi –. Ora però con l’andare del tempo ci siamo, capiamo meglio cosa ci chiede il coach e vogliamo procedere nella maniera migliore. La fase a orologio? È vero che le partite vinte ti fanno portare a casa sempre due punti, ma col passare del tempo il valore delle gare aumenta sempre di più, è normale che sia così. Ora avremo a che fare col girone rosso e forse le squadre abituate a giocare un certo tipo di basket di livello sono di più. Lo verificheremo in campo".

Inevitabile uno sguardo alla sua Rimini. Un po’ perché è la fresca ex e un po’ perché va affrontata tra pochissimo. "Hanno avuto un inizio difficile, poi si sono rimessi in carreggiata. Rimini è squadra di grande valore e adesso mi sembra che funzioni bene. Sarà una partita tosta e impegnativa, tanto più in un ambiente caldo come quello del Flaminio. Noi dobbiamo fare un passo alla volta, senza porci al momento obiettivi a lunga scadenza ma guardando singolarmente a ogni partita. Cominciando da quella di domenica", conclude il riminese ed ex Rinascita.

Loriano Zannoni

Continua a leggere tutte le notizie di sport su