Blacks Colpo dell’anno OraSì Difesa da incubo

Faenza ha recuperato 8 punti in 59’’ con Fabriano per andare all’overtime. Ravenna ha concesso 32 punti nel quarto periodo a Mestre

13 febbraio 2024
Blacks Colpo dell’anno OraSì Difesa da incubo
Blacks Colpo dell’anno OraSì Difesa da incubo

Non è riuscita l’impresa all’OraSì al Taliercio di Mestre: i ragazzi di coach Bernardi sono stati sempre all’inseguimento della Gemini, arrivando a contatto diverse volte ma hanno poi dovuto cedere il passo alla squadra allenata dall’ex Cesare Ciocca. "Ci tengo a fare i complimenti a Mestre – commenta coach Bernardi –, hanno fatto una bella partita, hanno giocato bene, sono stati molto intensi. Noi abbiamo giocato molto bene a sprazzi, soprattutto nel terzo quarto quando siamo arrivati a contatto; in quel momento bisognava fare qualcosa di più per mettere la testa avanti ed invece abbiamo fatto un pessimo quarto periodo, dove abbiamo difeso malissimo, concedendo 32 punti. Se si vogliono vincere partite bisogna difendere e noi non l’abbiamo fatto, abbiamo provato ad alternare difese ma se non ti accoppi, non prendi rimbalzi e concedi tiri facili è difficile, anche perché in attacco abbiamo perso 15 palloni e tirato col 25% da tre".

Non c’è tempo per la truppa giallorossa per buttarsi giù perché già domani alle 20 sarà tempo di tornare in campo contro la corazzata Ruvo di Puglia. "Dobbiamo ricaricare le pile e farci trovare pronti per provare a fare l’impresa con Ruvo. Dobbiamo assolutamente difendere con maggior intensità, cercar di ridurre le palle perse e giocare ogni partita come se fosse l’ultima della nostra vita. Campionato ancora lungo ma dobbiamo mettere tutto quello che abbiamo, dobbiamo essere una macchina perfetta, non possiamo concedere 86 punti, se difendiamo e prendiamo rimbalzi possiamo correre in transizione e produrre il nostro basket migliore". Al coach giallorosso ha poi fatto eco capitan Francesco Bedetti. "Mestre ha vinto con merito – sottolinea – però noi dobbiamo svegliarci: abbiamo visto come sta andando il campionato, anche le squadre sotto di noi hanno cominciato a vincere per cui è il momento di ingranare una marcia più alta; quello che stiamo facendo non basta per vincere in trasferta, non basta per vincere contro squadre più attrezzate di noi. Se vogliamo salvarci con tranquillità dobbiamo cambiare passo".

Riccardo Sabadini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su