Blacks, il debutto di Poletti. Alle 18 arriva Padova: "Mitch, un play aggiunto"

Con un Poletti in più e soprattutto con tanta voglia di dare finalmente una svolta alla stagione. I Blacks inaugurano...

21 gennaio 2024
Blacks, il debutto di Poletti. Alle 18 arriva Padova: "Mitch, un play aggiunto"
Blacks, il debutto di Poletti. Alle 18 arriva Padova: "Mitch, un play aggiunto"

Con un Poletti in più e soprattutto con tanta voglia di dare finalmente una svolta alla stagione. I Blacks inaugurano un determinante trittico di partite che giocheranno in una settimana e che potrebbe permettere di lasciare alle spalle le scorie di un inizio 2024 da dimenticare. Si parte con il match casalingo contro la Virtus Padova oggi alle 18 poi mercoledì arriverà Taranto (ore 20.30) e domenica 28 ci sarà la trasferta a Vicenza. Più che alle avversarie, i faentini dovranno però pensare a loro stessi, perché è chiaro che il problema della squadra sia soltanto legato alla fiducia e alla mentalità con cui i giocatori affrontano le difficoltà e dunque basta la classica scintilla per rialzare la testa. "La Virtus Padova è una squadra fisica ed esperta – sottolinea coach Alessandro Lotesoriere – che sta mostrando tutto il suo valore ora che è al completo. Per tutta la stagione ha infatti sempre avuto problemi legati agli infortuni. È un avversario che rispettiamo e che dovremo affrontare con la massima concentrazione". Padova è una squadra molto insidiosa ed è reduce dalla vittoria casalinga con San Vendemiano. Ha giocatori d’esperienza come l’ala Ferrari che con l’ex Molinaro compone un’ottima coppia sotto i tabelloni, il play Antelli e la guardia tiratrice Scanzi. Per conquistare la vittoria servirà anche il PalaCattani delle grandi occasioni ed infatti Lotesoriere chiama a raccolta il pubblico.

"Chiedo ai tifosi di incitarci e di starci vicino per quaranta minuti". Curiosità c’è ovviamente nel vedere Poletti al debutto, giocatore che potrebbe essere fondamentale nel gioco dei Blacks, permettendo di avere una nuova importante opzione tattica essendo un’ala grande che ‘apre il campo’ con il suo gioco. "Poletti colmerà alcune carenze tecniche del roster che avevamo individuato insieme alla società, soprattutto nel gioco in post basso che non era una caratteristica principale del gruppo. Inoltre ha la capacità di essere un playmaker aggiunto e ci permetterà di migliorare e di esaltare ancora di più le qualità degli altri giocatori. Ovviamente non basta un innesto per superare le difficoltà che stiamo vivendo".

l.d.f.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su