Ferrara chiude l’anno nel modo peggiore. Il fanalino Cesena si impone al palasport

Basket serie B: prestazione deludente degli uomini di Furlani, che nel finale regalano la partita ai romagnoli con errori inspiegabili

21 dicembre 2023
Ferrara chiude l’anno nel modo peggiore. Il fanalino Cesena si impone al palasport
Ferrara chiude l’anno nel modo peggiore. Il fanalino Cesena si impone al palasport

ferrara basket

67

tigers cesena

73

BASKET: Bellini ne, Romondia 7, Cattani 3, Drigo 7, Kuvekalovic 7, Jovanovic ne, Porfilio 4, Yarbanga, Cecchetti 8, Manias ne, Ballabio 19, Marchini 12. All. Furlani.

TIGERS CESENA: Mikulic 15, Sacchi 19, Signorini 3, Tommasini 10, Volpe 10, Tonello 14, Mazzotti ne, Ciadini ne, Komolov, Chiapparini 2. All. Gresta.

Parziali: 19-20; 43-33; 52-51.

Ferrara Basket compie il più classico degli "harakiri" nell’ultima gara dell’anno solare, e consegna letteralmente i due punti a Cesena davanti all’attonito pubblico della Bondi Arena, che nel finale fa partire i primi segnali di contestazione alla squadra. Ha dell’incredibile quanto accaduto nel finale di gara, con Ferrara che regala due palloni agli avversari, lesti ad approfittarne segnando cinque punti in fila e portandosi a casa la quarta vittoria stagionale. Per i biancazzurri è notte fonda, a soli tre giorni dalla convincente vittoria con Bologna.

E’ nel segno di Ballabio l’avvio di marca ferrarese, mentre dall’altra parte Cesena risponde prima con Sacchi e poi col neo acquisto Tommasini, che regalano ai Tigers un break di 11-2 per il 9-13 di metà primo quarto. Dopo una buona partenza Ferrara perde un po’ di ritmo in attacco, portata fuori giri da una Cesena che non mette in campo nulla di eccezionale, ma in qualche modo sporca le percentuali di Drigo e compagni. Marchini si mette in proprio e segna alla prima azione della sua serata, replicando poco dopo con la tripla del +4, e nella propria metà campo Ferrara alza l’intensità concedendo ai Tigers appena tre punti in cinque minuti: il parziale è 13-3 con Romondia che segna il piazzato del 32-23.

Kuvekalovic con la tripla frontale trascina i biancazzurri al primo vantaggio in doppia cifra (40-29), ma ad inizio ripresa Cesena ha un sussulto e la tripla di Sacchi riporta i suoi sul -5. Ferrara esce distratta dagli spogliatoi, rimette in gara gli avversari e si trova a ricostruire il vantaggio con cui aveva chiuso il primo tempo: ma invece di reagire, gli uomini di Furlani si incartano e i Tigers si portano addirittura avanti al 25’ (47-48). Ferrara prova ad uscirne con la lucidità di Ballabio, che nell’ultimo quarto traghetta i suoi, ma nel finale i biancazzurri si suicidano regalando due palloni sanguinosi agli avversari (di cui il primo su rimessa a favore) che ne approfittano con cinque punti in fila e il vantaggio sul 65-67. Da lì in avanti Ferrara non riesce a rialzarsi, chiude male, tra le proteste del proprio pubblico, e saluta in modo amaro il 2023. Ci sarà tanto da riflettere su questa sconfitta.

Jacopo Cavallini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su