Forlì, a Udine è una sfida di altissima quota: "Orgogliosi: noi davanti alla rivale più forte"

Ore 18, l’obiettivo è espugnare il PalaCarnera: biancorossi sul +2 in classifica, vincendo sarebbero certi delle Final Four di coppa

di GIANNI BONALI -
28 gennaio 2024
Forlì, a Udine è una sfida di altissima quota: "Orgogliosi: noi davanti alla rivale più forte"
Forlì, a Udine è una sfida di altissima quota: "Orgogliosi: noi davanti alla rivale più forte"

"Ho grande considerazione di Udine, che considero la squadra costruita meglio nel nostro girone". Coach Antimo Martino presenta così il match contro la compagine di coach Adriano Vertemati (palla a due ore 18, PalaCarnera). Un ostacolo non semplice, con i friulani ancora imbattuti tra le mura amiche, in una sfida importante per le ambizioni dei forlivesi e la possibilità – vincendo – di conquistare matematicamente già stasera il pass per le Final Four di Coppa Italia al PalaTiziano di Roma, chiudendo la regular season nei primi due posti della classifica.

"I nostri avversari hanno dei valori assoluti – prosegue – ma noi arriviamo a questo big match in testa al raggruppamento e siamo orgogliosi e felici di questa posizione che non era scontata all’inizio del campionato e a cui dobbiamo riconoscere grande valore". I forlivesi si presentano al completo, "dopo una settimana abbastanza regolare, ma abbiamo margini di miglioramento sia a livello individuale che come gruppo. In questa stagione abbiamo cambiato molto e perso giocatori come Lorenzo Penna e Giulio Gazzotti che avevano già disputato stagioni al vertice, ma dobbiamo continuare a mantenere un ritmo alto ed essere competitivi".

Quirino De Laurentis, ex biancorosso, oggi non è ancora pronto per scendere in campo ma è andato a rinforzare il roster bianconero "aumentando la profondità e la qualità di Udine che possiede già elementi che conoscono bene la categoria. Mi riferisco a Matteo Da Ros, Diego Monaldi, Lorenzo Caroti, Mirza Alibegovic e Iris Ikangi, ottimi giocatori che negli ultimi anni hanno conquistato promozioni significative. I nostri avversari hanno la migliore batteria di tiratori della lega con percentuali importanti e quindi ci servirà mettere in campo una partita solida, cercando di ripetere la prestazione dell’andata".

Udine al PalaCarnera viaggia a 84 punti di media. "Quindi faccio una battuta. Dobbiamo cercare di non far fare canestro a giocatori con la maglia diversa dalla nostra… Ma a parte gli scherzi, occorre mettere in pratica quello che abbiamo preparato, creando loro difficoltà. La qualità, la prestanza fisica e la completezza di Udine ci impongono quindi un match importante per concentrazione sia vicino al canestro che sul perimetro, in difesa così come in attacco".

In settimana sono circolate indiscrezioni in merito a possibili operazioni di mercato che potrebbero riguardare Forlì nell’ottica di allungare il roster, in una piazza ambiziosa e che intende puntare sempre più in alto. Sollecitato sul tema coach Martino spiega "di essere concentrato sulle prossime due partite che devono essere affrontate con massima attenzione, confidando nelle qualità dei giocatori che ho al momento a disposizione e che hanno contribuito a raggiungere i risultati in questa stagione. Poi, è chiaro che ormai viviamo in un contesto sportivo in cui il mercato è sempre aperto e quindi è giusto lasciare sempre uno spiraglio. Ma ribadisco che non si tratta di un’ipotesi imminente e non è scontato che lo sia in futuro. Ora sono concentrato sul campo e il mercato non è tra le mie preoccupazioni e priorità principali".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su