Forlì, con Cremona primato da blindare. Martino: "Non diamo nulla per scontato"

Stasera alle ore 20 il match all’Unieuro Arena. Il tecnico non vuole cali di tensione come a Casale: "Servono serietà e concentrazione"

di GIANNI BONALI -
30 marzo 2024
Forlì, con Cremona primato da blindare. Martino: "Non diamo nulla per scontato"

Fabio Valentini in azione nel match vinto sabato scorso a Casale Monferrato, ma a fatica 75-77, con la squadra reduce dal trionfo nella Final Four di Roma

"Torniamo a giocare in casa dopo la conquista della Coppa Italia e la trasferta vinta a Casale e dobbiamo avere la forza di affrontare di Cremona con l’obiettivo di difendere il primato che ci siamo conquistati grazie a una grande stagione". Coach Antimo Martino presenta così la settima partita della fase orologio, stasera contro gli uomini allenati da Luca Bechi (palla a due alle 20, Unieuro Arena). "Un match non semplice e importante, che non dobbiamo dare per scontato. Dobbiamo infatti avere la maturità e la giusta mentalità per affrontare ogni gara con serietà e con quella concentrazione che è invece mancata a Casale".

La squadra biancorossa si presenta al completo, dopo "una settimana regolare, con qualche acciacco che è naturale in questo momento del campionato, anche perché abbiamo giocato tanto. Abbiamo analizzato gli errori di concentrazione commessi nella trasferta piemontese che non mi sono piaciuti, anche se comprensibili dopo le partite ravvicinate della Coppa Italia. Ci sono mancate delle energie nervose e da qui alla fine dobbiamo evitare questi cali, in vista dei playoff dove la tensione tornerà a essere alta. Non facciamoci ingannare dalle prossime quattro partite, che potrebbero essere considerate una formalità: massima attenzione".

Sul versante contrattuale, il rapporto di coach Antimo Martino, dopo due stagioni di alto livello sia per i risultati raggiunti che per la capacità di gestione della squadra, sta per concludersi e la società e l’allenatore dovranno incontrarsi per discutere del prossimo futuro. "Sono felice che la mia gestione stia portando questi risultati e personalmente ho un ottimo rapporto con la società. Mi confronto ogni giorno con il general manager Renato Pasquali e con il presidente Giancarlo Nicosanti e recentemente ho incontrato tutti i soci della Fondazione Pallacanestro per un aggiornamento sulla situazione e sul momento della stagione. Credo ci siano le condizioni, tra un po’ di tempo, per parlare insieme, in maniera serena, non solo del mio futuro, ma anche di un’idea di programmazione in generale".

Tornando all’incontro con Cremona, il roster lombardo presenta tra le sue file il centro Daniele Magro che è stato accostato, in un mercato che chiude il prossimo 5 aprile, ai colori forlivesi, anche per allungare le rotazioni in vista delle partite decisive dei playoff. "Si tratta di un giocatore che conosce bene questo campionato e lo scorso anno lo ha anche vinto. E’ un elemento esperto per questa categoria, ma che ha disputato pure diverse stagioni in A1 e si divide il ruolo di centro con il più giovane Luca Vincini, diverso da lui anche dal punto di vista tecnico".

Proseguendo infine nell’analisi degli avversari Martino giudica "ottimo il campionato di Cremona, anche se ha avuto un calo nell’ultimo periodo, ma dispone di due americani come Tekele Cotton e Vincent Shahid di livello". In particolare il playmaker Shahid è la fonte del gioco della squadra lombarda e vanta una media partita di 20 punti, "ma noi abbiamo qualche buon difensore – precisa il coach – per controllarlo e limitarlo".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su