Forlì ha ancora una missione. Una vittoria per sognare il primato

Deve battere Trieste e sperare che la Fortitudo cada a Verona. Così nella seconda fase eviterebbe Trapani

di SIMONE CASADEI -
30 gennaio 2024
Forlì ha ancora una missione. Una vittoria per sognare il primato
Forlì ha ancora una missione. Una vittoria per sognare il primato

Il vittorioso scontro diretto di Udine ha regalato alla Pallacanestro 2.015 due punti preziosissimi in chiave classifica. Superando i friulani, Cinciarini e compagni sono certi di chiudere la prima fase del campionato nelle prime due posizioni della graduatoria generale. Lasciandosi alle spalle diverse avversarie quotate e, soprattutto, strappando la qualificazione alla Final Four di Coppa Italia del prossimo marzo.

Con 40’ di girone Rosso ancora da disputare, peraltro, le porte del primo posto restano apertissime. C’è però soltanto una combinazione che permetterebbe ai biancorossi di mettere la freccia sulla Fortitudo Bologna, oggi avanti grazie alla differenza canestri favorevole negli scontri diretti: Forlì dovrebbe battere Trieste domenica e, in contemporanea, la Effe dovrebbe cadere a Verona. Se questi due risultati non dovessero ‘infilarsi’, ecco che la seconda piazza diventerebbe così definitiva.

In virtù del piazzamento conclusivo, Forlì conoscerà poi il proprio cammino nella seconda fase di regular season. Pure nel girone Verde alcuni piazzamenti cominciano a delinearsi, a maggior ragione dopo l’ultimo fine settimana di partite. Dunque l’Unieuro può cominciare a farsi un’idea più precisa delle avversarie che andrà ad affrontare nei dieci confronti previsti da domenica 11 febbraio sino all’avvio dei playoff. Con la variabile rappresentata dal primato o meno tra cinque giorni, certo. Ma alcuni incroci sono già definiti.

Rilevante, in prima battuta, è capire quali ‘big’ del girone Verde la Pallacanestro 2.015 dovrà affrontare nelle prossime settimane in via Punta di Ferro. Arrivando prima, l’Unieuro si risparmierebbe Trapani e se la vedrebbe con Cantù, Torino, Rieti, Juvi Cremona e una tra Milano e Treviglio, oggi appaiate a 22 punti. Tutto passerà dai risultati dell’ultimo turno: l’Urania (favorita in ogni classifica avulsa con la squadra del nuovo allenatore, l’ex forlivese Giorgio Valli) se la vedrà con Casale Monferrato, la gruppo Mascio con la Luiss Roma. I forlivesi sfideranno la miglior classificata delle due.

Dilemma, quest’ultimo, che non si porrebbe nel caso in cui Forlì arrivasse seconda. Sì, perché a quel punto non se la vedrebbe più con Cantù e troverebbe entrambe le compagini che oggi procedono a braccetto al sesto e settimo posto del Verde. In tutto ciò, comunque, Torino, Rieti e Juvi Cremona sono punti fermi e certamente faranno visita all’Unieuro Arena.

Discorso simile anche per ciò che riguarda la coda della classifica dell’altro girone e quindi le squadre che i biancorossi affronteranno in trasferta. Chiudendo al secondo posto, la ‘banda’ di Antimo Martino sconterebbe innanzitutto la ‘punizione’ Trapani (non perde dallo scorso ottobre). Poi incrocerebbe i guantoni con le più abbordabili Latina, Casale Monferrato, Agrigento e una tra Luiss Roma (14 punti) e Vigevano (16). In caso di arrivo a pari punti (i capitolini devono giocare con Treviglio, i lombardi con Cantù), a prevalere in classifica sarebbe proprio la Luiss. Forlì, tra le due, pescherebbe la peggior classificata.

In maniera opposta rispetto ai match con le squadre che la seguono in classifica, tale cruciale questione non esisterebbe se l’Unieuro chiudesse la prima fase davanti a tutti nel girone Rosso. In questo contesto, infatti, andrebbe a giocarsela sia con Luiss che con Vigevano oltre a tutte le altre ‘piccole’, evitandosi appunto Trapani. In tutto ciò, comunque, tre trasferte sono già ‘programmabili’. Perché, a prescindere dai risultati dell’ultimo turno, la Pallacanestro 2.015 sarà certamente chiamata a far punti a Latina, Casale Monferrato ed Agrigento.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su