Forlì, Radonjic vuol dire fiducia: "Noi ancora protagonisti fino alla fine"

L’ala è reduce dalle belle prove con Rimini e Piacenza (16 e 12 punti, con alte percentuali da tre): "Devo essere pronto"

di GIANNI BONALI -
3 gennaio 2024
Forlì, Radonjic vuol dire fiducia: "Noi ancora protagonisti fino alla fine"
Forlì, Radonjic vuol dire fiducia: "Noi ancora protagonisti fino alla fine"

Todor Radonjic è stato uno dei protagonisti nella partita vinta dalla Pallacanestro 2.015 sabato sera contro Piacenza con 12 punti in 17 minuti sul parquet, con 3 triple pesanti, giocando un match intenso, soprattutto nel primo tempo. Una prestazione che seguiva di soli 7 giorni quella di Rimini, con 16 punti segnati. Complessivamente ha segnato 7 delle ultime 11 triple tentate (4/5 nel derby).

Radonjic, iniziamo dalla sofferta vittoria contro gli uomini di coach Stefano Salieri.

"Un match difficile perché Piacenza è una squadra scomoda, che veniva da quattro vittorie consecutive. Una gara che non siamo riusciti ad uccidere, sempre aperta, ma che abbiamo portato a casa anche grazie ad alcune giocate decisive nel finale".

Come ha trascorso il Capodanno?

"Abbiamo organizzato una bella serata insieme ai compagni di squadra e le famiglie".

Com’è il bilancio del 2023 appena passato?

"La scorsa stagione è stata eccezionale, con la conquista della finale playoff e un campionato di vertice al di sopra di ogni aspettativa. Una grande soddisfazione: nonostante la sconfitta contro Cremona, un anno comunque super".

E per il 2024 appena iniziato, quali sono le ambizioni?

"Siamo primi in classifica in un girone sicuramente impegnativo, in cui non esistono partite facili e con diverse compagini ambiziose. Come gruppo dobbiamo provare ad arrivare ai playoff nelle migliori condizioni possibili e poi giocarci le nostre possibilità fino alla fine".

A livello personale, ha avuto alti e bassi ma è reduce da due grandi partite. Come vede il suo percorso in maglia biancorossa?

"Cercherò di farmi trovare sempre pronto e darò il massimo sia in attacco che in difesa per migliorare i miei punti deboli, lavorando con impegno sia sul piano tecnico che atletico. Voglio essere utile alla squadra".

Nel prossimo turno affronterete Cividale in trasferta. Quali sono le chiavi per indirizzare la partita a vostro favore?

"Dovremo far valere subito la nostra fisicità e avere un approccio intenso alla gara per portarci avanti nel punteggio, imponendo le soluzioni e il ritmo a noi congeniali. Non sarà comunque facile, è un campionato in cui bisogna lottare sempre".

La qualità e la coesione del gruppo sono gli ingredienti per un campionato che vi vede ancora in testa, con una mentalità vincente. Da questo punto di vista quale contributo tecnico stanno portando i due americani Xavier Johnson e Kadeem Allen?

"Entrambi sono molto diversi rispetto agli americani della scorsa stagione. Nathan Adrian, per esempio, era perimetrale, con un ottimo tiro dall’arco, mentre Johnson è bravo in post basso e gioca più vicino a canestro, conquistando rimbalzi sia in attacco che in difesa. Per quanto riguarda Allen, è efficace nell’uno contro uno, attacca il ferro e anche nella partita contro Piacenza è stato decisivo. È un giocatore che si assume spesso la responsabilità nei momenti caldi del match. Insomma abbiamo due americani veramente di alto livello".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su