Il Costone alza bandiera bianca a San Vincenzo. Per i gialloverdi sconfitta pesante e dolorosa

Il Costone subisce una pesante sconfitta contro San Vincenzo, che si aggiudica la partita per 92-83. Nonostante la sconfitta, entrambe le squadre accedono alla poule promozione. Il Costone mantiene il vantaggio nel doppio confronto.

28 gennaio 2024
Il Costone alza bandiera bianca a San Vincenzo. Per i gialloverdi sconfitta pesante e dolorosa
Il Costone alza bandiera bianca a San Vincenzo. Per i gialloverdi sconfitta pesante e dolorosa

SAN VINCENZO

92

COSTONE

83

SAN VINCENZO: Bongini 5, Guerrieri 7, Bazzano 10, Persico ne, Giovani 10, Bertini 10, Mezzacapo 13, Papi 2, Battaglini ne, Bianchi 21, Guerra ne, Zanassi 14. Allenatore Baroni.

COSTONE: Brocco ne, Banchero 9, Tognazzi ne, Ceccarelli 5, Massari ne, Terrosi 2, Banchi 10, Zeneli 28, Piattelli ne, Ondo Mengue 3, Bruttini 12, Nasello 14. Allenatore Tozzi.

Arbitri: Cignarella, Fambrini.

Parziali: 25-17, 41-43, 74-63.

SAN VINCENZO – Sconfitta pesante e dolorosa per il Costone, battuto a San Vincenzo per 92-83, al termine di una partita molto combattuta. È un ko piuttosto pesante visto che anche San Vincenzo è certa di accedere alla poule promozione: la sconfitta pertanto sarà uno dei risultati aggregati che i gialloverdi si porteranno dietro anche nella seconda fase, è il primo negativo degli scontri diretti sin qui disputati. La cronaca: primo quarto ad appannaggio dei padroni di casa che imprimevano sin dalle battute iniziali un grande ritmo all’incontro, cercando di aumentare il numero di possessi e impedendo alla difesa del Costone di adeguarsi. Il +8 San Vincenzo dei primi 10 minuti era lo specchio del non ottimale approccio alla gara di Nasello e soci. Nel secondo periodo però l’inerzia cambiava: la difesa gialloverde stringeva le proprie maglie e la squadra di Tozzi riprendeva in mano le redini dell’incontro, attaccando sempre con estrema lucidità le difese impostate da coach Baroni. Il pareggio, a quota 31, arrivava dopo una penetrazione di Ongo Mengue. Mentre poco più tardi era Zeneli a regalare il primo sorpasso al Costone sul 33-32. A metà gara il vantaggio gialloverde era di 2 punti. Nel terzo quarto la partita diventava più fisica, oltre che assolutamente equilibrata: le due squadre cercavano di farsi sentire con le mani e con il corpo nel tentativo di disinnescare l’attacco avversario. Solo negli ultimi minuti del periodo, complice il bonus raggiunto troppo presto dal Costone, San Vincenzo allungava nel punteggio con grande precisione dalla lunetta e sfruttando 5 punti in rapida successione di Bazzano. Una tripla di Guerrieri chiudeva il parziale di 8-0 per San Vincenzo e regalava la doppia cifra di vantaggio alla formazione costiera all’ultimo mini-intervallo. Era la svolta della partita: nell’ultimo quarto il Costone riduceva il gap fino al -4 ma due triple di un chirurgico Bianchi ricacciavano indietro i gialloverdi. Finiva 92-83 per San Vincenzo che si portava a casa due punti pesantissimi anche in ottica seconda fase. Al Costone non restava che leccarsi le ferite per aver intaccato il suo score della seconda fase. Magra la consolazione di aver mantenuto il vantaggio nel doppio confronto.

AF

Continua a leggere tutte le notizie di sport su