Ko L’Andrea Costa parte bene, ma non basta

La Rucker San Vendemiano si dimostra più forte nonostante il buon avvio dei biancorossi. Capitan Corcelli fa 15 punti, Crespi 17

di LUCA MONDUZZI -
12 febbraio 2024
Ko L’Andrea Costa parte bene, ma non basta
Ko L’Andrea Costa parte bene, ma non basta

SAN VENDEMIANO

101

ANDREA COSTA

84

SAN VENDEMIANO: Zacchigna ne, Chiumenti 4, Laudoni 10, Gobbo, Oxilia 16, Gluditis 27, Vettori 3, Di Emidio 10, Perin 2, Dalla Cia 2, Cacace 16, Calbini 11. All. Carrea.

ANDREA COSTA IMOLA: Drocker 7, Fazzi 7, Sorrentino 3, Aukstikalnis 13, Ranuzzi 11, Corcelli 15, Marangoni 5, Bresolin 6, Martini, Ronchini, Crespi 17. All. Di Paolantonio.

Arbitri: Scarfò e Migliaccio.

Note: parziali 26-28; 49-47; 84-65.Tiri da due: 22/33; 21/31. Tiri da tre: 11/23; 10/33. Tiri liberi: 24/36; 12/16. Rimbalzi 39-22.

Nulla da fare per l’Andrea Costa che non riesce nell’impresa di violare il parquet della fortissima Rucker San Vendemiano.

I biancorossi giocano un primo tempo scoppiettante in attacco, supportati da altissime percentuali al tiro che però calano dal terzo quarto in poi permettendo ai padroni di casa, forti anche di un grande vantaggio a rimbalzo, di portare a casa i due punti, mentre l’Andrea Costa deve guardare alla sfida di mercoledì sera a Chieti.

Gluditis è subito scatenato al tiro per una Rucker più efficace a rimbalzo da una parte mentre dall’altra è la coppia Crespi-Ranuzzi a timbrare tutti i primi 18 punti imolesi in un primo quarto davvero scoppiettante quanto avvincente.

Dopo il primo break di San Vendemiano, le triple in serie di Corcelli e Aukstikalnis valgono il sorpasso biancorosso sul 22-27 al 9’.

Coach Di Paolantonio gira i suoi giocatori, ma la sostanza non cambia molto per Imola, con la zona che smorza l’attacco dei veneti e davanti le percentuali restano elevate con Fazzi, Sorrentino e Drocker ad aggiungersi alla festa fino al punteggio di 31-41 al 15’.

San Vendemiano però tiene l’intensità alta e con un 9-0 di break si rimette in targa ai biancorossi che replicano con le triple di Corcelli e Ranuzzi. San Vendemiano sfrutta anche al meglio i ritmi alti che alla lunga pesano sulla lucidità in attacco dei biancorossi e così il finale di quarto diventa di marca Rucker con un Gluditis già a 20 punti e il sorpasso sul 48-47 al 19’ dopo la brutta persa di Drocker, unito al terzo fallo di Corcelli.

Un’inerzia che i padroni di casa si portano dietro anche dopo la pausa lunga mentre Imola spreca qualcosa di troppo davanti e sul 61-52 al 23’ ecco il vivace time-out di Di Paolantonio per scuotere i suoi uomini.

Imola si rianima un po’ davanti, ma dietro né la zona e né il pressing riescono a mitigare l’attacco di San Vendemiano che rispetto a quello biancorosso non perde l’efficacia dei primi 20’ e il vantaggio sale fino al +19 dell’ultimo stop che in pratica manda la gara in archivio. Imola continua a sparacchiare davanti mentre San Vendemiano tocca il +21 e congela la partita in un ultimo quarto in cui si pensa più che altro al turno infrasettimanale.

Alle 21 di mercoledì il team biancorosso sarà infatti di scena a Chieti, per poi affrontare domenica al PalaRuggi davanti il suo pubblico la Gemini Mestre (ore 18).

Continua a leggere tutte le notizie di sport su