La San Giobbe Chiusi cade a Rimini . Classifica da incubo e morale a zero

I Bulls di Chiusi perdono ancora, precipitando ulteriormente le possibilità di salvezza. Rimini vince +16, sfruttando un parziale di 15-2 e una grande prestazione dei propri rimbalzisti. Chiusi tira con percentuali basse, ma uno sprazzo di Jonats permette di tornare a -9.

31 dicembre 2023
La San Giobbe Chiusi cade a Rimini . Classifica da incubo e morale a zero
La San Giobbe Chiusi cade a Rimini . Classifica da incubo e morale a zero

SAN GIOBBE

65

RIMINI

81

CHIUSI: Tilghman 14, Chiarello, Lorenzoni, Zani, Dellosto 4, Visintin 7, Chapelli, Stefanini 25, Bozzetto, Jerkovic, Raffaelli 2, Jonats 13. All. Bassi.

RIMINI: Tassinari 9, Marks 7, Anumba 21, Grande 9, Tomassini 12, Scarponi, Masciadri 2, Johnson 21, Simioni, Abba. All. Dell’Agnello.

Arbitri: Puccini, Ugolini, Bertuccioli.

Parziali – 13-19, 30-39, 45-60.

RIMINI – La notte di Chiusi è sempre più fonda. I Bulls perdono ancora, per l’ennesima volta, e vedono precipitare ulteriormente le possibilità di agganciare il treno salvezza. Altra prestazione incolore per gli uomini di coach Bassi; stavolta al PalaPania festeggia Rimini (+16) in un match che poteva riaprire il discorso salvezza.

Non che sia completamente chiuso, ci mancherebbe, visto che mancano ancora sei partite alla fine del girone di ritorno, più le dieci della fase ad orologio, ma la sensazione è che questa squadra, così com’è ora, faccia una fatica estrema a raggranellare i punti salvezza. Fatta salva la prova di Stefanini (25), preoccupa lo zero della coppia Bozzetto-Jerkovic, la sparizione dai radar di Raffaelli, il rendimento ancora in chiaroscuro di Tilghman, peraltro vittima di un altro colpo al polso, dopo i problemi al ginocchio.

Affidandosi alla serata super dei propri rimbalzisti (47-31 il computo finale) e alla produzione di Johnson e Anumba (21 a testa), Rimini volta sul +13 a metà del secondo periodo sfruttando un parziale di 15-2. È un film già visto, Chiusi tira con percentuali bassissime, uno sprazzo di Jonats, con cinque punti in fila, permette di tornare a -9.

Gli aggiustamenti dell’intervallo non funzionano, gli ospiti aprono il terzo periodo con un parziale di 5-0, Tassinari e Grande, oltre a Tomassini, si aggiungono al grande lavoro della coppia sotto canestro per alimentare il +16 (40-56) che poi diventa anche +18 (42-60) prima di una prodezza di Stefanini sulla sirena. Qualche piccolo segnale arriva nel quarto, la zone press produce qualche recupero, il divario torna a -12 (51-63) e c’è pure la palla per accorciare ulteriormente, non capitalizzata. Un gioco da tre punti di Anumba riporta i suoi a +15 (51-66), due liberi di Jonats riportano Chiusi a -11 (55-66), lì però è una tripla di Tomassini che sostanzialmente chiude la partita. Rimini dilaga, mettendo un margine di tutta sicurezza nella serata e anche in classifica, +6 e il 2-0 nel confronto diretto. Per i Bulls il baratro è sempre più profondo e appare davvero difficile immaginare un repentino cambio di rotta nelle prossime settimane.

Stefano Salvadori

Continua a leggere tutte le notizie di sport su