La Stosa ‘bastona’ Legnaia e torna a sorridere. Gara nervosa ma rossoblù sempre calmi e lucidi

La Stosa Virtus batte la Legnaia con un punteggio di 81-69, ritrovando la vittoria dopo due sconfitte consecutive. La partita è stata tesa e intensa, con la Stosa che ha dominato grazie alle prestazioni di Diminic e Calvellini.

29 gennaio 2024
La Stosa ‘bastona’ Legnaia e torna a sorridere. Gara nervosa ma rossoblù sempre calmi e lucidi
La Stosa ‘bastona’ Legnaia e torna a sorridere. Gara nervosa ma rossoblù sempre calmi e lucidi

STOSA VIRTUS

81

LEGNAIA

69

STOSA: Berardi, Bolis 6, Bartoletti 1, Dal Maso 12, Bruttini ne, Aminti ne, Laffitte 9, Olleia 8, Costantini 5, Calvellini 10, Diminic 21, Lombardo 9. Allenatore Lasi.

LEGNAIA: Prunotto 4, Castellani, Catalano, Iobstraibizer, Merlo 3, Pieri 2, Raiconi, Del Secco 13, Giannozzi 2, Cherubini 20, Scampone 19, Nikoci 6. Allenatore Zanardo.

Parziali: 16-14; 45-39; 63-55.

SIENA – Dopo 2 sconfitte consecutive la Stosa torna al successo. I rossoblù battono Legnaia dopo una partita tesa e intensa ritrovando il feeling con la vittoria e conquistando 2 punti pesanti. Parte bene la Virtus che cerca di sfruttare la presenza di Diminic nel pitturato. Il lungo croato segna 7 punti in 4 minuti propiziando il parziale di 11-7 di inizio partita, ma deve andare in panchina gravato di 2 falli. Legnaia ne approfitta per riportarsi a contatto con Giannozzi e il neo acquisto Prunotto per il 16-14 di fine primo periodo. All’inizio del secondo quarto i rossoblù trovano ottime soluzioni con Calvellini e Diminic toccando il +10 dopo 2’ di gioco. Di nuovo, però, il totem rossoblù viene richiamato in panchina dopo il terzo fallo. L’Olimpia riprende fiducia e come successo nella prima frazione riesce a tornare sotto con i canestri di Del Secco e Merlo (24-18). La risposta della Stosa è immediata: i rossoblu toccano il +11 ma 3 canestri consecutivi dai 6,75 di Merlo e Cherubini consentono agli ospiti di rifarsi sotto prepotentemente (31-29). È una battaglia di triple che fissa il punteggio sul 45-39 all’intervallo lungo. All’inizio del terzo parziale la Stosa gioca molto bene: in difesa i rossoblu sono aggressivi al punto giusto mentre in attacco la palla circola bene dentro e fuori con i ragazzi di Lasi che trovano di nuovo un allungo importante portandosi sul 60-44 a 4’ dal termine del quarto. La partita si innervosisce, complice un arbitraggio non idoneo alla categoria. Volano tecnici a ripetizione (3 per la Virtus, 1 a Legnaia) con Olleia espulso per doppia sanzione. Legnaia nella confusione prova a rifarsi sotto e chiude il terzo quarto sul -8. I senesi sono bravi a mantenere la calma. L’Olimpia torna a -5, ma nel momento di difficoltà i rossoblù tirano fuori dal cilindro le conclusioni di Calvellini e i canestri da sotto di un dominante Diminic. Spinti da un grande pubblico i padroni di casa mettono in ghiaccio una vittoria pesante.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su