L’analisi del dg Bottaro. "OraSì, dobbiamo essere più concreti e cinici. Nessuno di noi pensava di salvarsi a gennaio»

Il direttore generale dell'OraSì Ravenna, Giorgio Bottaro, minimizza le quattro sconfitte consecutive della squadra, sottolineando gli aspetti positivi e la necessità di migliorare l'efficacia. Nonostante le prestazioni promettenti, le palle perse hanno penalizzato il risultato. Bottaro rimane tranquillo sulla classifica e si concentra sul lavoro di squadra. La prossima partita contro la LUX Chieti sarà una sfida difficile ma l'OraSì Ravenna è determinata a riscattarsi.

1 febbraio 2024
"OraSì, dobbiamo essere più concreti e cinici. Nessuno di noi pensava di salvarsi a gennaio"
"OraSì, dobbiamo essere più concreti e cinici. Nessuno di noi pensava di salvarsi a gennaio"

Quattro sconfitte consecutive non si erano mai viste in questa stagione in casa OraSì Ravenna ma il direttore generale Giorgio Bottaro ci tiene a spegnere gli eccessivi allarmismi. "È vero, siamo amareggiati per non aver ottenuto nemmeno un punto in questo trittico di partite ma, andandole ad analizzare nel dettaglio, penso che, al netto del risultato, ci siamo diversi aspetti positivi. Intanto bisogna sottolineare che abbiamo dovuto fare a meno del nostro giocatore di riferimento, Mitja Nikolic, ma che, nonostante questo, ce la siamo giocata alla pari, anzi nelle due trasferte siamo stati a lungo in vantaggio il che significa che la nostra è un’ottima squadra. Abbiamo costruito nuove consapevolezze, provando nuovi assetti che hanno pagato dividendi interessanti, ora dobbiamo essere più cinici e concreti perché ci fanno piacere i complimenti ma non muovono la classifica".

"Se analizziamo i numeri delle due trasferte – continua il direttore giallorosso - abbiamo vinto in tutte le categorie statistiche, percentuale da due, da tre, rimbalzi, l’unico numero che ci penalizza e che, in entrambi i casi, ci è costato la possibilità di vincere sono le palle perse; queste sono sicuramente un aspetto su cui dobbiamo lavorare e che son frutto della nostra inesperienza. È bello lavorare con i giovani ma dobbiamo dargli la possibilità di sbagliare, qualcuno sicuramente sta rendendo meno delle aspettative ma i miglioramenti si stanno vedendo, ora dobbiamo fare un ulteriore salto di qualità".

La classifica ora inizia ad agitare i tifosi giallorossi, con le squadre che da sotto cominciano a farsi sentire ma Bottaro è molto tranquillo. "Non c’è preoccupazione – analizza guardando la classifica – nessuno pensava di salvarsi a gennaio e tanto meno nessuno di noi si era illuso, dopo le cinque vittorie consecutive, che il nostro obiettivo potesse cambiare. Questo è un campionato molto difficile dove ogni domenica non c’è mai un risultato scontato, l’importante è non disunirsi e continuare a lavorare duramente e son certo che ritorneremo a sorridere presto". E domenica al Pala Costa arriva un’altra squadra molto calda, la LUX Chieti che domenica scorsa ha espugnato il caldissimo campo di Roseto.

"Chieti è una signora squadra – conclude il direttore generale - è ricorsa al mercato cambiando lo straniero (uscito Rodriguez Suppi accasatosi a Bisceglie, al suo posto l’estone Lips ndr.); all’andata ci travolsero senza darci mai la possibilità di entrare in partita ma sono convinto che siamo cresciuti al punto che una prestazione negativa del genere non saremmo più in grado di ripeterla: per batterli dovremo disputare una gara quasi perfetta ma penso che abbiamo voglia di riscattarci e tornare a muovere la classifica".

Riccardo Sabadini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su