Loreto, la partita che vale una stagione. A Ragusa c’è in palio la serie B nazionale

Oggi alle 19,30 l’Italservice gioca la bella in Sicilia, una vittoria significa la promozione. Coach Foglietta: "Uniti possiamo farcela"

20 giugno 2024
Loreto, la partita che vale una stagione. A Ragusa c’è in palio la serie B nazionale

Loreto, la partita che vale una stagione. A Ragusa c’è in palio la serie B nazionale

Quaranta minuti che valgono una stagione. Oggi alle 19,30 al PalaPadua (la gara è stata anticipata per la Nazionale di calcio che gioca gli Europei contro la Spagna) l’Italservice scende in Sicilia per giocare la "bella" della finale promozione contro Ragusa. Chi vince sale in B Nazionale, chi perde resta in B Interregionale. "Al PalaMegabox domenica sera abbiamo allungato la serie grazie a una partita tosta, dura, dove abbiamo migliorato alcune cose rispetto a garauno – dice coach Stefano Foglietti diventato da poco nonno di Francesco –. Abbiamo giocato sicuramente meglio in attacco, provando a fare tutto quello che avevamo preparato in allenamento nei giorni che precedevano il secondo round. Una prestazione solida, sempre avanti nel punteggio, in cui abbiamo raggiunto anche un buon picco di divario durante l’arco dell’incontro".

Ora si torna a Ragusa: "Purtroppo il sorteggio ha decretato la bella fuori casa. Però, è il momento di non pensare più a niente. Di stare uniti. Sarà una gara che comprenderà difficoltà, ma abbiamo dimostrato durante l’anno, dove abbiamo avuto momenti difficili, di restare sempre uniti, coesi. Siamo riusciti a vincere due volte fuori casa nei playoff, a Senigallia e Matelica, essendo obbligati a farlo visto il quinto posto ottenuto durante la seconda fase. Ribaltando il fattore campo".

Quindi nell’isola si andrà senza alcun timore e tanta consapevolezza: "Questo è l’ultimo step – sottolinea –, ne manca solo uno e vogliamo affrontarlo al massimo. È il momento di dimenticare qualsiasi cosa: non ci saranno stanchezza, viaggio, flessioni di forma. Nient’altro. C’è solo un risultato prestigioso da raggiungere tutti insieme. Credo che sia quello che vogliamo tutti. Andremo a Ragusa per centrarlo". Interviene anche il team manager Alessandro Rinolfi: "Mi aspetto una partita molto equilibrata – afferma l’ex giocatore recordman di punti segnati nella sua lunga carriera –, è un match importante perché segna il passaggio di categoria, il salto è grosso. Noi arriviamo a questo incontro con una squadra in salute, siamo fiduciosi, anche se sarà difficile. Non voglio parlare di trasferta e stanchezza, so cosa significa perché anche io ne ho passate tante". Rinolfi chiude: "Ci saranno ad aspettarci 2000 persone – avvisa –, un pubblico caldo, comunque corretto. Ma per Pesaro sarebbe bellissimo avere il prossimo anno una squadra in B1".

Beatrice Terenzi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su