Martino "strafelice": fiducia ripagata: "Risposta incredibile anche senza Allen"

Il coach spiega: "Lo stop deciso in mattinata, ero sicuro che il derby ci avrebbe fortificato. Ne siamo usciti alla grande"

24 dicembre 2023
Martino "strafelice": fiducia ripagata: "Risposta incredibile anche senza Allen"
Martino "strafelice": fiducia ripagata: "Risposta incredibile anche senza Allen"

Il Flaminio di Rimini è terra di conquista della Pallacanestro 2.015. Prendendo il sopravvento sugli avversari nella seconda metà, Cinciarini e compagni hanno infilato la quinta perla consecutiva. I 18 punti concessi nella seconda metà di partita, dopo i 50 del primo tempo, la dicono lunga e disegnano un sorriso sul volto di Antimo Martino al termine del match. "Siamo strafelici per i due punti conquistati – attacca –. Abbiamo raggiunto la vittoria di squadra, vincendo un derby molto corretto e piacevole sugli spalti. Da vincitore è tutto più piacevole, ma abbiamo davvero dato vita a una partita particolarmente bella. Ai ragazzi va dunque dato merito per la prestazione ed il risultato, sono felice innanzitutto per loro".

Un successo conquistato nonostante l’assenza di Allen. "In tarda mattinata abbiamo preso la decisione di non far giocare Kadeem a causa di un affaticamento – spiega Martino –. Ero dispiaciuto di non giocare al completo un match sentito e atteso, ma non aveva alcun senso rischiare in questa fase della stagione il giocatore. Anche perché c’è grande fiducia in questa squadra ed ero convinto che la partita avrebbe finito per fortificarla ulteriormente, al di là del risultato. Sotto questo punto di vista direi che ne usciamo alla grande".

La svolta è arrivata dopo la pausa lunga. "Nel primo tempo non siamo stati bravi. In termini di energia, abbiamo giocato almeno due step sotto Rimini. All’intervallo, oltre a un dettaglio tecnico che ho ‘toccato’, ho ricordato ai giocatori che stavamo giocato un derby, con un’atmosfera particolare. Noi, invece, fino a quel momento stavamo facendo un’altra partita, non eravamo adeguati. Nel secondo tempo la risposta è stata incredibile". Il resto, poi, è ben presto venuto da sé: "Siamo partiti 12-3 primi 5’ con grande fiducia e da lì è cambiato tutto. La squadra ha fatto e trovato le cose che voleva, con ottime percentuali da fuori e difensivamente abbiamo subito pochissimo. Contro una squadra con un talento offensivo del genere non è banale".

Martino, infine, pone ulteriormente l’accento sulla prova collettiva, irrobustita dall’assenza di Allen. "Generalmente, quando a una squadra manca la guardia straniera, ci si preoccupa della pericolosità offensiva che viene meno. Ma noi, oltre a questo, perdevamo anche tanta difesa. Però, come detto, c’è tanta fiducia nella squadra e di questo voglio dare merito anche allo staff. In un contesto come quello del Flaminio, una squadra abituata a concentrare tutti possessi su un giocatore, non sarebbe stata in grado di fare una partita del genere. Noi, al contrario, siamo sempre abituati a distribuire le responsabilità e oggi abbiamo fatto valere proprio questo".

Simone Casadei

Continua a leggere tutte le notizie di sport su