Niente Nba per Faye. Reggio se lo godrà ancora

Salvo novità clamorose, Momo ritirerà la sua candidatura dal prossimo draft. Anche se il test effettuato con gli Utah Jazz è stato particolarmente positivo.

di FRANCESCO PIOPPI -
15 giugno 2024
Niente Nba per Faye. Reggio se lo godrà ancora

Niente Nba per Faye. Reggio se lo godrà ancora

La Pallacanestro Reggiana può tirare un sospiro di sollievo. Salvo novità clamorose – che non sono mai da escludere quando si parla del pazzo mondo della Nba – Momo Faye ritirerà la propria candidatura dal prossimo draft e resterà quindi un altro anno in biancorosso. Il lungo senegalese, attualmente negli Stati Uniti per diversi ‘tryout’ (ovvero i ‘provini’ con le varie franchigie interessate) si sta facendo notare e ha già avuto diversi attestati di stima, ma l’intenzione del suo entourage è quella di lasciarlo crescere ancora (almeno) un’altra stagione in Europa per poi provare ad entrare con una scelta ‘significativa’ il prossimo anno oppure quello dopo ancora. Essendo un classe 2005, il lungo della Unahotels avrà infatti ancora altre due ‘chance’ di entrare nella Nba dalla porta principale. Si tratta, lo ribadiamo, di una soluzione ‘strategica’, perché ‘Momo’ sia all’Eurocamp di Treviso che nei tryout in corso ha fatto girare parecchie teste. Particolarmente positivo è stato il test effettuato con gli Utah Jazz che hanno fatto capire di apprezzare parecchio le caratteristiche di questo ragazzo di 205 cm, atletico, veloce e molto coordinato. Per ritirare la candidatura (ed evitare quindi di ‘bruciarsi’ le opportunità dei draft 2025 e 2026) c’è tempo fino alle 17 di domani orario di New York (le 23 in Italia). A meno di novità clamorose Faye non parteciperà quindi alla selezione dei talenti Nba che quest’anno, per la prima volta, si terrà in due serate diverse. La prima sarà al ‘Barclays Center’ di Brooklyn e riguarderà solo i nomi scelti al primo giro, mentre nella seconda – che andrà in scena negli studi di Espn a Seaport (New York) la sera successiva ci saranno tutti gli altri nomi. Di solito sono 60 in totale, ma quest’anno saranno invece 58. Una riduzione dovuta alle sanzioni imposte ai Philadelphia 76ers e ai Phoenix Suns per violazioni di manomissione. La prima scelta assoluta spetterà agli Atlanta Hawks che opteranno probabilmente per uno tra Zaccharie Risacher e Alex Sarr, entrambi di ruolo ‘ala’ ed entrambi francesi sulla scia del fascino di Viktor Wembanyama. La seconda toccherà invece ai Washington Wizards e la terza agli Houston Rockets. Tornando a Faye, attualmente la prospettiva più probabile sarà quella di un altro anno di apprendistato e crescita con la canotta biancorossa e alla corte di coach Priftis, poi – nel giugno del 2025 – il giocatore potrà liberarsi dietro al pagamento di un buyout piuttosto abbordabile.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su