OraSì Contro Vicenza l’attacco è spuntato

Ravenna ko sul campo dell’Allianz, dopo aver tirato col 40% da due e il 25% da tre. Solo in tre in doppia cifra. Top scorer De Gregori con 12

24 dicembre 2023
OraSì Contro Vicenza l’attacco è spuntato
OraSì Contro Vicenza l’attacco è spuntato

Civitus Allianz Vicenza

76

OraSì Ravenna

62

VICENZA: Antonietti 6 (3/6 0/3), Cernivani 6 (1/4 0/1), Cucchiaro 11 (4/7 1/3), Terenzi 4 (1/3 0/4), Ambrosetti 7 (3/4 0/4), Lurini 8 (1/2 2/5), Carr ne, Brambilla 5 (2/3 0/1), Brescianini ne, Campiello ne, Riva 12 (5/7), Bugatti 17 (7/13 1/2). All. Cillo.

RAVENNA: Restelli 4 (2/4 0/4), Ferrari 7 (1/5 1/3), Nikolic 11 (2/6 2/5), Dron 4 (0/2 1/4), Onojaife 7 (2/6), Allegri ne, Guardigli ne, Bedetti 7 (1/1 1/3), De Gregori 12 (5/7), Panzini (0/1 0/2), Paolin 10 (1/3 1/3). All. Bernardi.

Note - Parziali: 19-8, 31-24, 48-45. Tiri da due: Vicenza 27/49, Ravenna 14/35; Tiri da tre: Vicenza 4/23, Ravenna 6/24; Tiri liberi: Vicenza 10/14, Ravenna 16/25

L’OraSì torna senza punti dalla trasferta di Vicenza al termine di una partita non bella e approcciata male. I romagnoli litigano col canestro dall’arco dei 3 punti, ma il primo quarto è particolarmente scadente su entrambi i lati del campo e condiziona tutto l’andamento della gara. Lo sforzo prodotto per rientrare nel punteggio infatti toglie lucidità ai giallorossi nel quarto periodo e lascia campo libero a una Civitus Allianz bisognosa di punti. Si chiude con una sconfitta dunque il 2023 dell’OraSì che, dopo la pausa, affronterà il derby con Faenza.

Dopo il primo canestro di Onojaife l’OraSì fa da spettatrice non pagante per tutto il primo quarto. Entrambe le squadre tirano malissimo da 3, ma l’unica tripla del periodo è di Cucchiaro e vale il 9-2. Ravenna resta sotto la doppia cifra nel primo quarto e va sotto 19-8. Meglio nel secondo periodo, soprattutto dopo l’ingresso di De Gregori, l’unico in grado di farsi largo tra le maglie della difesa veneta. Dopo il +15 ancora di Cucchiaro, è proprio il 33 dei giallorossi a suonare la carica. Dieci i suoi punti nel secondo quarto, ma quelli più importanti sono gli ultimi 4 che portano i giallorossi sul -10. L’unica tripla del primo tempo di marca OraSì porta la firma di Dron e vale il -7, 31-24.

Preso l’abbrivio l’OraSì gioca un terzo periodo di grande energia, alzando l’asticella a rimbalzo e chiudendo meglio le linee di penetrazione. Nel frattempo si sblocca anche da 3 e due bombe consecutive di Nikolic e Paolin riducono il margine a un possesso, 42-40. Tuttavia, lo sforzo prodotto toglie lucidità all’OraSì nell’ultimo quarto ed è abile Vicenza a sfruttare le amnesie difensive ospiti. Lurini apre da 3 la corsa dei veneti, 51-45, i quali non devono fare altro che amministrare fino al termine. L’OraSì litiga ancora col canestro, anche dalla lunetta e chiude con la seconda sconfitta consecutiva il suo 2023.

Stefano Pece

Continua a leggere tutte le notizie di sport su