Palafiera, primato da difendere fino alla fine. Unico campo imbattuto: ritmo da promozione

Battendo Udine, Forlì ha fermato l’unica che la affiancava con 10 vittorie. L’Unieuro di Dell’Agnello arrivò a 13, ma poi crollò

di SIMONE CASADEI -
3 febbraio 2024
Palafiera, primato da difendere fino alla fine. Unico campo imbattuto: ritmo da promozione
Palafiera, primato da difendere fino alla fine. Unico campo imbattuto: ritmo da promozione

Nel pomeriggio di domani, al Palafiera, va in scena l’ultimo impegno casalingo della Pallacanestro 2.015 nella prima fase del campionato. Anche contro Trieste i biancorossi proveranno a tenere federe a una ‘regola’ che ha caratterizzato tutti questi mesi di regular season. Vale a dire conquistare puntualmente ogni volta i due punti davanti agli occhi del proprio pubblico. Un traguardo importante, ulteriormente impreziosito dall’ultima vittoria a Udine. E non solo per l’impatto sulla classifica.

Lo scalpo strappato lo scorso fine settimana, infatti, ha permesso a Forlì di essere artefice di un proprio primato: l’Unieuro è l’unica squadra dell’intera serie A2 a non aver mai perso in casa. Domenica scorsa, infatti, si sfidavano le due compagini ancora imbattute. Infliggendo ai bianconeri la prima ‘punizione’ stagionale al PalaCarnera, gli uomini di Martino si sono così presi lo speciale record in solitaria.

Le dieci vittorie in altrettante partite sin qui disputate all’Unieuro Arena, hanno un peso fondamentale nei 34 punti finora conquistati e quindi nell’attuale primo posto in classifica. Perché le tavole di via Punta di Ferro (e di Ferrara, in occasione dei due match in campo neutro) si sono rivelate particolarmente scivolose per ogni avversaria. Anche nelle sfide più equilibrate, risoltesi soltanto all’overtime. Anche le ‘big’ del girone Rosso sono state costrette a pagar pegno a Forlì: Fortitudo, Verona e la stessa Udine sono puntualmente cadute, seppur in modi differenti. All’appello manca la sola Trieste, pronta a sbarcare domenica. In caso di successo forlivese, il ruolino di marcia casalingo della prima fase sarebbe immacolato.

Anche le ultime versioni della Pallacanestro 2.015, del resto, avevano una continuità casalinga importante. Lo scorso anno la prima fase si chiuse con 11 vittorie su 12: a violare il fortino biancorosso fu la sola Cividale a novembre 2022. Poi ci riuscì nel prosieguo del campionato soltanto la Vanoli Cremona: una volta nella fase a orologio e due nella finale playoff.

Solida tra davanti ai propri tifosi fu anche la Forlì di Sandro Dell’Agnello. Nella regular season 2020/21, i forlivesi ebbero un cammino paragonabile a questa stagione: 12 vittorie in 12 uscite. Nell’orologio arrivò la 13ª, poi tre sconfitte consecutive fatali, fino all’eliminazione precoce ai playoff.

Nel recente passato, le squadre imbattute in casa in regular season sono state davvero pochissime. Dal campionato 2017/18 in avanti, oltre all’Unieuro di Dell’Agnello, l’impresa è riuscita soltanto a Scafati nella stagione 2021/22. In quel caso il PalaMangano fu inviolabile per l’intera stagione, compresa gara5 di finale promozione contro Cantù: i campani volarono così in serie A. Lo scorso anno Pistoia – altra squadra poi salita – perse una sola volta nelle dodici partite casalinghe della prima fase. E poi c’è la Fortitudo proprio nell’anno di Antimo Martino: 14/15 nel 2018/19. Allora la prima veniva promossa direttamente e il traguardo fu costruito proprio così.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su