Ravenna a caccia di un blitz. OraSì a Mestre per confermarsi: "Occhio a Smailagic ed Aromando»

Palla a due alle 20.30 di stasera allo storico palasport Taliercio. Nikolic: "I veneti sono molto cambiati rispetto all’andata. Felice di essere rientrato, ma la squadra ha giocato bene anche senza di me".

10 febbraio 2024
OraSì a Mestre per confermarsi: "Occhio a Smailagic ed Aromando"
OraSì a Mestre per confermarsi: "Occhio a Smailagic ed Aromando"

Per confermare il buon momento di forma, certificato dalla vittoria contro la Lux Chieti, e tornare a sorridere anche lontano dal PalaCosta: è questo lo spirito con cui l’OraSì Ravenna approccia la difficile trasferta sul campo della Gemini Mestre che andrà in scena questa sera, con palla a due alle 20.30, (dirigono Di Luzio e De Ascentiis), nel suggestivo scenario del Taliercio, storico palazzetto per la pallacanestro italiana.

I giallorossi arrivano a questo delicato appuntamento sull’onda emotiva del netto successo ottenuto contro Chieti dove hanno ritrovato il loro giocatore di riferimento, Mitja Nikolic, al rientro dopo i tre turni di squalifica. Ed è con lui che presentiamo questa sfida tra due squadre appaiate a quota 20 punti in classifica.

"Mi sento bene. In queste tre settimane che ero fuori squadra – racconta lo sloveno dell’OraSì – e non ho giocato mi sono sempre allenato bene. È la parte psicologica quello un po’ più difficile perché mi sento in colpa per quello che è successo e soprattutto perché, nonostante la squadra abbia giocato bene in tutte e tre le partite soprattutto le due in trasferta, non è riuscita a fare punti. Son convinto che, se ci fossi stato, avremmo vinto quelle due partite: questo però è il passato e non possiamo farci niente, possiamo solo guardare avanti a cominciare da Mestre. Sono molto orgoglioso della crescita dei miei ragazzi, hanno dimostrato di essere forti anche senza di me, giocando molto bene, sono mancati solo dei piccoli dettagli per centrare un paio di vittorie. Mi sento in colpa per non esserci stato, purtroppo è andata così".

Nel match dell’andata al Pala Costa ebbero la meglio i giallorossi che si imposero per 70-61.

"Allora giocammo molto bene – commenta il numero 7 giallorosso – vincendo meritatamente ma Mestre non è più la stessa squadra, ha cambiato molto. Ha inserito due giocatori importanti come Smailagic ed Aromando, sono molto pericolosi, su di loro dovremo fare buona guardia. Smailagic in particolare lo conosco molto bene, ci siamo affrontati diverse volte nelle varie nazionali giovanili, è un ottimo giocatore, un grande tiratore da tre con tanti punti nelle mani. Dobbiamo prepararci per difendere bene su di lui perché altrimenti può farci molto male".

Sarà una partita molto tirata in cui tutte e due le squadre faranno del loro meglio per sconfiggere gli avversari, Nikolic non ha dubbi.

"Mestre, come del resto noi, non sta vivendo il suo miglior momento in stagione, sono reduci da diverse sconfitte ed hanno problemi fisici, ad esempio Caversazio non si sa se sarà della partita; proprio per questo non possono permettersi di fare passi falsi, così come del resto noi. Noi dobbiamo andare là e fare la nostra miglior partita possibile, cercando di dare continuità alle ultime prestazioni per provare a portare a casa due punti che sarebbero fondamentali".

Riccardo Sabadini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su