Rossi e Zocca, oro della Sba: "Pronti al grande finale"

Basket serie B: entusiasmo dopo il successo contro il lanciatissimo Empoli. E domenica a Firenze lo scontro diretto per evitare l’incubo dei playout.

di AREZZO -
13 febbraio 2024
Rossi e Zocca, oro della Sba: "Pronti al grande finale"
Rossi e Zocca, oro della Sba: "Pronti al grande finale"

di Luca Amorosi

Serviva una vittoria e vittoria è stata, nonostante il valore dell’avversaria. La Amen Bc Servizi (nella foto Toia) si è confermata "ammazzagrandi" e, dopo aver battuto a domicilio Virtus Siena e Cecina, ha sconfitto domenica anche la Computer Gross Empoli seconda forza del girone B di serie B interregionale, ottenendo due punti di fondamentale importanza per inseguire la salvezza diretta fino alla sirena dell’ultima gara di regular season. Al termine dell’incontro, due dei principali protagonisti, Daniele Rossi e Andrea Zocca, a referto con 20 punti a testa, hanno espresso la loro soddisfazione: "In difesa siamo stati molto intensi – ha detto Rossi – sopperendo alla loro fisicità. Questo ci ha dato fiducia anche in chiave offensiva permettendoci di mettere la testa avanti fin da subito". "Abbiamo preparato bene la partita e siamo arrivati carichi a questa gara, grazie anche a un bellissimo pubblico", ha aggiunto Zocca. L’epilogo della prima fase, adesso, è in programma proprio domenica prossima, quando la squadra di coach Evangelisti sarà ospite dell’Olimpia Legnaia di Firenze per un’autentica finale.

Le due compagini, infatti, sono appaiate a quota 18 punti al quartultimo posto: chi vince si salva e accede ai play-in; chi perde va ai playout per evitare la retrocessione in serie C unica. Per salvarsi, dunque, la Sba dovrà ora rompere la serie di nove sconfitte consecutive fuori casa: in pratica tutta la prima fase, visto che l’unica vittoria lontano dal palasport Mario D’Agata è arrivata alla prima giornata sul parquet di Sestri. Dalle parole di Evangelisti si capisce quanto sia delicato il prossimo turno: "Se non siamo pronti a giocarci una partita come questa a febbraio significa che abbiamo sbagliato tutto fin dall’inizio. Sappiamo quanto è importante, volevamo arrivare a giocarci la salvezza con le nostre carte e ci siamo riusciti. Adesso serve un ultimo sforzo: vincere a Firenze anche se non facciamo punti fuori casa dalla prima giornata. Magari torneremo a vincere proprio all’ultima e così chiudiamo il cerchio". Appuntamento decisivo, insomma, domenica 18 febbraio alle ore 18 al PalaFilarete di Firenze.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su