Sella Cento, che paura nel finale. Spreca venti punti ma alla fine vince

Basket serie A2: contro Chiusi prima domina e poi si fa riprendere, ma Mussini sigilla il successo

24 dicembre 2023
Sella Cento, che paura nel finale. Spreca venti punti ma alla fine vince
Sella Cento, che paura nel finale. Spreca venti punti ma alla fine vince

sella cento

71

umana chiusi

62

SELLA : Mussini 26, Palumbo 13, Toscano 5, Archie 5, Bruttini 9, Delfino 3, Mitchell 4, Moreno 2, Ladurner 4, Kuuba. All. Mecacci

UMANA CHIUSI: Visintin 6, Stefanini 13, Bozzetto 11, Jerkovic 6, Tilghman 12, Raffaelli 2, Jonats 7, Dellosto 3, Chapelli 2. All. Bassi

Parziali: 18-10, 43-22, 55-43

Vittoria doveva essere, e così è stato, con qualche patema di troppo considerata la lunga astinenza da vittorie, ma la Sella è riuscita finalmente a rompere il ghiaccio, nel giorno del ritorno in campo di Mitchell e del debutto di Delfino. Per entrambi, non al 100% ovviamente, l’occasione per dare una mano allungando le rotazioni, in attesa di trovare la condizione migliore. Nel frattempo, sono due punti d’oro per passare un Natale più sereno.

La presenza dei nuovi dà impulso anche ai veterani, che partono lanciatissimi (12-4 in un amen), costringendo Chiusi ad una gara sempre ad inseguire, faticando in ogni possesso.

Mussini sembra nelle serate migliori, e così sarà fino alla sirena, la difesa chiude l’area e il vantaggio biancorosso si dilata inesorabilmente col passare dei minuti. Alla fine del primo quarto è già +8, ma la Sella c’è, è solida e concentrata ed il primo canestro in maglia biancorossa di Carlos Delfino, sulla seconda sirena, regala un +21 (43-22) all’intervallo che sembra già una sentenza.

Niente di più sbagliato invece, perchè i ragazzi di coach Bassi non mollano mai, la Sella cala (come spesso le accade) dopo l’intervallo, e il parziale dei 10 minuti è un 21-12 che riapre i conti. Cento non trova più certezze, spara a salve da tre punti, perde Archie per falli e l’Umana è vicinissima (61-55) al 35’ grazie a Bozzetto e a Tilghman.

Il palasport comincia ad avere paura, la pressione si sente e la paura anche dopo le ultime sconfitte in serie, e la tripla di Bozzetto firma addirittura il meno cinque di Chiusi (63-58) a tre minuti dalla fine, con Stefanini che segna poco dopo il meno tre (63-60) prima di prendere un tecnico ed uscire dalla contesa. Ora è bagarre, Palumbo è impreciso dalla lunetta, così il sigillo lo mette il solito Mussini, con la tripla del 69-62. Vittoria doveva essere e vittoria è stata: ma quanta paura, fino alla fine, per la Benedetto.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su