Sella Cento, finalmente continuità. Mecacci: "Stiamo crescendo tutti"

Basket serie A2, il tecnico applaude i suoi dopo Casale: "Molto bene i 18 assist, ora speriamo di avere salute"

12 febbraio 2024
Sella Cento, finalmente continuità. Mecacci: "Stiamo crescendo tutti"
Sella Cento, finalmente continuità. Mecacci: "Stiamo crescendo tutti"

Buona la prima per la Benedetto. La fase ad orologio comincia sotto i migliori auspici: Casale battuta e via anche le scorie dell’ultimo ko interno con Orzinuovi, già in parte ripulite dopo il blitz della settimana scorsa in Friuli. Nel weekend delle sorprese, vedi il successo di Cividale contro la corazzata Trapani e quello della Luiss sul campo di Trieste, la Sella non si fa sorprendere da una formazione dell’altro girone, portando a casa il primo punto di questa seconda parte di campionato.

Diventano così quattro le vittorie dei biancorossi nelle ultime cinque partite, sintomo che qualcosa sta cambiando, in positivo: una striscia quasi perfetta, che non può che aiutare il gruppo di Mecacci a crescere sempre di più, e a trovare quella costanza di prestazioni e di risultati che negli scorsi mesi è spesso mancata.

"Bisogna fare i complimenti ai ragazzi, che hanno giocato una buona partita – ha commentato il tecnico nel post-gara –. Avevo molto timore di questa sfida, perché tra virus e acciacchi abbiamo avuto una settimana travagliata, che ci ha portato ad arrivare all’appuntamento scarni a livello di energie, sia come singoli che come gruppo. Poi c’era da non sottovalutare Casale, che fuori casa segnava oltre 80 punti di media.

Per questo ribadisco i complimenti alla squadra, che è stata in campo con attenzione, difendendo bene, soprattutto sui loro giocatori di maggior talento, come Kelly, Martinoni e Pepper, con quest’ultimo che ci avrebbe potuto creare grossi problemi per il suo modo di giocare. Per portarla a casa ci sono servite più spallate, anche per rispondere alle belle prove di Calzavara e Fantoma, sui quali spesso in difesa ci siamo presi alcuni rischi, ma i ragazzi sono stati bravi a vincerla.

Per noi, è un successo di grande importanza. Era la prima di dieci finali e dovevamo dare continuità agli ultimi risultati: ci siamo riusciti".

Una prova corale, alla quale ha contribuito il rientro di Palumbo (11 punti, 5 assist e 6 rimbalzi), affiancato dai 15 a testa di Archie e Mitchell (4 triple), con un totale di 18 assist serviti di squadra.

"Adesso speriamo di avere un po’ di salute – prosegue il tecnico biancorosso –, quella non guasta mai, visto che, da quando siamo al completo, la nostra percentuale di vittorie sul lungo periodo è aumentata decisamente.

Stiamo crescendo e muoviamo bene la palla, come mostrano i 18 assist. Unico neo, i tanti liberi sbagliati, che ci avrebbero consentito di chiuderla in anticipo, per il resto, solo applausi. La strada è lunga e ci aspettano altre nove finali, da giocare col coltello tra i denti".

Giovanni Poggi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su