Sella Cento, l’ultimo ballo contro Nardò. Caccia al gm: il reggino Condello è favorito

Basket serie A2: oggi alle 18 sipario su un campionato sofferto e finito in bellezza. Poi le mosse per il futuro con il nuovo dirigente in arrivo

9 giugno 2024
Sella Cento, l’ultimo ballo contro Nardò. Caccia al gm: il reggino Condello è favorito

Sella Cento, l’ultimo ballo contro Nardò. Caccia al gm: il reggino Condello è favorito

The last dance. Sarà per tanti l’ultimo ballo in biancorosso quello di questa sera in programma alla Baltur Arena contro Nardò (palla a due ore 18, arbitri Martellosio, Bonotto, Lupelli). Quaranta minuti per dire addio ad una stagione travagliata ma terminata al sicuro, 40 minuti per congedarsi al meglio davanti alla propria gente, celebrando una salvezza che garantisce a Cento di prendere parte l’anno prossimo a quello che si preannuncia come uno dei campionati di Serie A2 più entusiasmanti di sempre. "Sarà una giornata di festa – così l’ha definita Mecacci, quasi sicuramente alla sua ultima panchina alla Benedetto, con cui mercoledì scorso ha tagliato il traguardo delle 100 vittore –. L’iniziativa del concerto organizzato porterà tanta gente, così da consolidare il rapporto con una tifoseria che ha già dimostrato grande passione e grande senso di appartenenza. Abbiamo raggiunto un livello mai visto prima: l’A2 a 20 squadre non è paragonabile ai campionati precedenti, e proprio per questo motivo deve essere una festa". E sarà festa da entrambe le parti, visto che anche i salentini di Luca Dalmonte, grazie al successo nell’ultimo turno su Chiusi, si sono assicurati la permanenza nella categoria, chiudendo secondi nella poule-salvezza alle spalle della Sella. "Con Nardò condividiamo un numero di vittorie maggiore rispetto ad alcune squadre che nell’altro girone hanno disputato i playoff: sono certo che sarà una partita godibile". Poi, Mecacci si è spostato sui singoli, elogiando uno in particolare, Mattia Palumbo, fresco di chiamata in azzurro. "Quello che abbiamo fatto insieme quest’anno lo sappiamo solo noi. Ricordo le difficoltà iniziali, le critiche, poi quando ha capito l’enorme fiducia che c’era in lui, è diventato un giocatore importante. Sono particolarmente orgoglioso di averlo aiutato a raggiungere questa convocazione, è una grande soddisfazione, e mi porterò dentro quello che mi ha detto quando ci siamo salutati". Dall’ultimo ballo allo sguardo verso il futuro, con la prima mossa, la caccia al general manager che prenderà il posto di Giulio Iozzelli. In queste ore, visto anche il match contro Nardò, contatti fitti col manager bolognese Renato Nicolai, ma in pole position a sorpresa è balzato il reggino Gaetano Condello, ex Viola Reggio Calabria, che vive a Bologna da diversi anni. Sarà lui il prescelto in casa biancorossa?

Giovanni Poggi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su