Sella Cento sulle montagne russe. A Trieste vetta troppo alta da scalare

I biancorossi non riescono a sovvertire il pronostico e già all’intervallo la gara è sembrata segnata

18 dicembre 2023
Sella Cento sulle montagne russe. A Trieste vetta troppo alta da scalare
Sella Cento sulle montagne russe. A Trieste vetta troppo alta da scalare

pall. trieste

80

sella cento

66

PALLACANESTRO : Candussi 14, Reyes 20, Filloy 2, Ruzzier 10, Brooks 5, Ferrero ne, Campogrande 6, Deangeli 9, Camporeale ne, Rolli ne, Bossi 3, Vildera 11. All. Jamion

SELLA CENTO: Mussini 12, Bruttini 4, Moreno 2, Archie 8, Kuuba 5, Mitchell ne, Ladurner 8, Bucciol ne, Palumbo 23, Toscano 4. All. Mecacci

Arbitri: Barbiero, Maschietto e Praticò

Note: parziali 21-10, 44-26, 62-49. Tiri liberi Trieste 612, Cento 78.

Momento difficile per la Sella Cento, che si deve arrendere sul campo di Trieste che conferma di essere una delle formazioni più attrezzate per il salto di categoria. Alla squadra di Mecacci non basta una gara super di Palumbo, troppa la differenza tra le due compagini, ampliata dall’assenza di Mitchell tra gli ospiti.

E’ Trieste a colpire per prima ma Cento trova subito il modo per reagire. La formazione di casa però si mette a fare subito sul serio e comincia a spingere sull’acceleratore sotto la spinta di Reyes, che si carica l’attacco dei padroni di casa sulle spalle. La Sella patisce il cambio di ritmo e dopo il canestro di Mussini che vale il 9-6, sono i padroni di casa a piazzare un break di 6-0 che li porta avanti di 9 e in controllo, almeno momentaneo, del match. Cento non riesce proprio a trovare ritmo in attacco, le percentuali di Ladurner e compagni nei primi 10’ di gioco sono basse e quando sul finire di quarto Candussi mette a segno la tripla il vantaggio supera la doppia cifra con il primo quarto che si chiude 21-10. Cento sembra riuscire a trovare maggior ritmo in attacco ma la squadra di Jamion resta in controllo del match, Palumbo guida la Sella nel tentativo di rimanere in partita ma a metà del secondo quarto lo svantaggio si amplia sul 31-17.

Campogrande firma con una tripla il massimo vantaggio per Trieste, nel momento di maggiore difficoltà la Sella prova a reagire con Palumbo nelle vesti di leader, ma Trieste gioca un primo tempo di altissimo livello ed arriva all’intervallo lungo avanti di 18 lunghezze sul punteggio di 44-26. Alla ripresa del gioco la Sella dà la sensazione di riuscire a scrollarsi un po’ di ruggine da dosso almeno dal punto di vista offensivo e dopo essere sprofondata anche sul -25 riesce ad organizzare una lenta risalita, con Palumbo che sale in cattedra grazie alle sue conclusioni dalla distanza. Trieste alza un po’ il piede dall’acceleratore, con i ragazzi di Mecacci che con Toscano si portano sul -15 (62-47). A 10’ dalla fine il tabellone recita 62-49. Nell’ultimo periodo però Cento non riesce a dare continuità al suo tentativo di rimonta, Reyes trova un paio di canestri importanti e tiene i suoi avanti senza soffrire.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su