Serie B Nazionale. Spettacolo al PalaTerme. Il derby fa bene a tutti

Il derby di Montecatini tra Fabo e Gema si conclude con rispetto reciproco e tributi alla vittoria. Entrambe le squadre si preparano per il tour de force finale della regular season, con obiettivi chiari per i playoff. La rivalità si mette da parte per concentrarsi sulle sfide imminenti.

26 marzo 2024
Spettacolo al PalaTerme. Il derby fa bene a tutti

Il gruppo Gema esce a testa alta dal derby (Goiorani)

La rivalità, ma anche il rispetto e il giusto tributo per un successo che ha dato lustro alla città. Lo striscione dei tifosi della Gema che ha omaggiato la Fabo per il trionfo in Coppa Italia è una delle fotografie belle che rimangono dalla stracittadina di Montecatini dal bilancio molto positivo. Riconoscere quanto fatto dall’avversario che con te si contende lo scettro della città non è banale. Risconocere un successo che ha fatto bene al movimento cestistico di Montecatini che sta provando a tornare ad alto livello è attestato di maturità per niente scontato. Bravi quindi i tifosi Gema (così come la società), ma più in generale applausi al PalaTerme che per il capitolo numero tredici del derby (anche se quello vero tutti sanno qual è...) ha fatto bella mostra di sé. Tifo e sfottò, inevitabili, come quelli ’classici’ di fine partita arrivati dalla sponda Herons. Funziona così, dall’invito ad andare a casa fino all’immancabile "Siete al cinema". La rivalità per ora va in archivio. Sia Fabo che Gema non hanno tempo per metabolizzare vittoria e sconfitta, perché incombe il tour de force da tre partite in una settimana. La prima è andata, ora sotto con l’infrasettimanale, poi dopo tre giorni altro giro e altra partita. Siamo alla fine della regular season e si avvicina il momento di un primo bilancio. La Fabo ha messo già in cassaforte Coppa Italia e terzo posto matematico, ma deve farsi trovare pronta negli impegni (contro le due livornesi, entrambi in terra labronica) che decideranno il piazzamento definitivo in vista dei playoff e faranno capire la vera forza della banda di Barsotti, proprio in ottica post-season (anche se i segnali di durezza e qualità sono stati notevoli quando contava). Dall’altra parte, la squadra di Del Re deve rimettersi subito in riga per non vanificare quanto fatto finora, che ha tanto di buono alla luce dei tanti infortuni patiti. La classifica è molto corta, a due soli punti di distanza ci sono infatti ben cinque squadre. Per conservare il quarto posto servirà prolungare l’ottimo basket visto nei primi quindici minuti di derby.

Niccolò Casalsoli

Continua a leggere tutte le notizie di sport su