Tomassini faccia a faccia col passato: "Zero sconti, ci serve una vittoria"

Il play di Rbr l’anno scorso è stato l’Mvp italiano proprio con la maglia di Cento: "Conosco il loro gioco"

3 gennaio 2024
Tomassini faccia a faccia col passato: "Zero sconti, ci serve una vittoria"
Tomassini faccia a faccia col passato: "Zero sconti, ci serve una vittoria"

di Loriano Zannoni

È un gennaio che dirà molto, quello che ha cominciato a vivere Rinascita Basket Rimini. Domenica un match d’importanza cruciale a Cento, poi le gare del Flaminio con Cividale e Nardò prima del finale con Trieste e Udine. Mai come ora va premuto l’acceleratore: lo sa tutto l’ambiente biancorosso e lo sa ovviamente anche Giovanni Tomassini. "Abbiamo davanti tre belle gare da giocare – dice l’esterno di Riviera Banca –. È chiaro che non possiamo guardare troppo in là, ma ci serve assolutamente una striscia di risultati utili, un filotto. Ci vogliamo provare, ben consapevoli che non saranno affatto partite semplici da portare a casa".

La prima è quella di domenica a Cento, la casa di "Tom" fino a pochi mesi fa. Per lui una stagione da mvp italiano della regular season e un secondo posto nel girone. "A livello statistico è stata la mia miglior stagione, poi ci siamo lasciati e ho fatto una scelta diversa. Conosco tanti compagni e tanti amici con cui mi sento tuttora. Il loro percorso? Forse avrebbero potuto avere qualche punto in più, ma rimangono un’ottima squadra con un ottimo allenatore. Il fatto è che quest’anno ci sono tante formazioni molto attrezzate e districarsi in questo campionato non è semplice". Tomassini conosce bene il sistema di gioco. "Tutti toccano molto la palla, hanno un Mussini che senza responsabilità da play va spesso sopra i 20 e poi c’è Delfino. Un campione vero che sicuramente sa trovare anche un coniglio nel cilindro. Occhio a lui e anche a tutti gli altri che sono stati con me in squadra fino a poco tempo fa".

Per Rbr lo scenario è semplice: con una vittoria si concretizzerebbe l’aggancio all’ottavo posto. Con un +6 anche la differenza canestri sarebbe favorevole a Rimini. Viceversa, una sconfitta allontanerebbe e non di poco i playoff dal futuro della Rinscita. "Una partita importante che arriva dopo una prima parte della stagione il cui bilancio non è positivo. – prosegue Tomassini –. Non possiamo essere soddisfatti dei risultati, va detto. In ogni caso qualcosa di diverso ora c’è, stiamo giocando meglio e la visione è quella di costruire un futuro migliore, individuale e di squadra. Tolto il secondo tempo del derby, da un mese a questa parte in attacco abbiamo ottimi numeri. Dobbiamo continuare così e migliorare soprattutto in difesa. A basket sappiamo giocare, ma dietro dobbiamo stringere più i denti e fare meglio. Cominciando dalla responsabilità individuale, dall’uno contro uno". Di buono c’è che, in vista di Cento, Rbr ha la spinta di una buona gara di fine 2023 a Chiusi. "Buona la spallata iniziale – chiude Tomassini –, poi siamo stati bravi a fare una partita ‘seria’, senza cali di tensione. Chiusi non è Forlì, ma non è neanche mai tutto così facile come può sembrare. Ora prepariamoci bene per Cento".

Intanto, in vista degli appuntamenti del mese di gennaio, c’è una modifica di data nel calendario di Rbr: il match valido per il 19° turno contro Cividale è stato anticipato a sabato 13 gennaio con palla a due alle 20,30.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su