Uglietti archivia Napoli: "C’è da battere Brescia"

"Ora dobbiamo confermarci contro un avversario di altissimo livello. A livello personale sono soddisfatto del ruolo che mi sono ritagliato".

di FRANCESCO PIOPPI -
15 dicembre 2023
Uglietti archivia Napoli: "C’è da battere Brescia"
Uglietti archivia Napoli: "C’è da battere Brescia"

A Napoli è stato accolto con un rispetto e un calore che si riserva solo a chi ha lasciato davvero il segno, dentro e fuori dal campo. Lorenzo Uglietti, play-guardia classe ’92, proverà a fare lo stesso anche con la canotta della Unahotels e i primi mesi ci raccontano che l’ex capitano della GeVi è sulla buona strada. Difesa ed energia sono i suoi marchi di fabbrica, ma il numero 16 biancorosso sta crescendo anche come leadership all’interno dello spogliatoio, dove la sua voce è sempre più ascoltata e rispettata.

Domani contro Brescia, prima della classe con la miglior difesa (75,1 punti concessi) e il miglior attacco (89,8 punti realizzati) del campionato, servirà la partita ‘perfetta’.

Uglietti, contro Napoli avete ottenuto una vittoria importantissima, ma non c’è tempo di ‘celebrare’ perché vi aspetta una gara ad alto coefficiente di difficoltà.

"Sì, sicuramente ci teniamo stretti il successo del PalaBarbuto, dove tra l’altro ho ricevuto tante testimonianze d’affetto che mi hanno sorpreso, ma adesso siamo chiamati a confermarci contro un avversario di altissimo livello".

Quale potrà essere la chiave della gara?

"Credo che la nostra difesa sarà fondamentale, in attacco abbiamo già dimostrato di poter fare canestro un po’ contro chiunque, mentre in retroguardia magari facciamo più fatica".

Brescia ha le caratteristiche perfette, tecniche e atletiche, per mettere in difficoltà una squadra come la vostra.

"E infatti ci aspettiamo una partita molto fisica che noi dovremo affrontare stando molto attenti al ritmo di gioco e alle palle perse. Brescia è una squadra che sbaglia pochissimo e ha giocatori molto esperti".

Chi sono gli uomini da ‘bloccare’ a tutti i costi?

"In prima battuta direi Christon che mette in ritmo un po’ tutti, ma anche Della Valle che è molto bravo a giocare con i lunghi e poi Bilan, un centro di stazza. Ne ho detti tre, ma hanno tanti giocatori forti".

È soddisfatto dell’esperienza con la Pallacanestro Reggiana?

"A livello personale parto ogni anno con l’obbiettivo di ‘rubare’ più minuti possibili rispetto a quelle che magari sono le previsioni iniziali; è ancora presto per fare un bilancio, ma sono contento del ruolo che sto avendo e comunque il mio focus è sugli obbiettivi di squadra".

Cosa apprezza di più della nostra città?

"Sono tante le cose che mi piacciono, tra cui il cibo, qui da voi si mangia davvero molto bene. Le donne? Sono impegnato anche se preferisco non dire ancora il nome…".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su