Beach soccer: coppa Italia. Il sogno del Viareggio si ferma in semifinale

I bianconeri battuti dal Catania scenderanno in campo oggi alle 18,30 per conquistare il terzo posto

30 giugno 2024
Il sogno del Viareggio si ferma in semifinale

Il sogno del Viareggio si ferma in semifinale

viareggio

1

catania

3

VIAREGGIO: Carpita, Bertacca, Genovali, Ozu, Petracci, Zè Lucas, Remedi, G. Santini, Ghilarducci, Léo Martins, Gori, Fazzini. All. Corosiniti.

CATANIA FC: Gean Pietro, Giuffrida, Miola, Bruno Xavier, Del Duca, Palazzolo, Caltabiano, Randis, Di Benedetto, Jordan, Eudin, Camillo Augusto. All. D’Amico.

Arbitri: Romani di Modena, Piraccini di Cesena, Bottalico di Bari.

Reti: 9’ pt Eudin (C), 12’ pt Jordan (C), 4’ tt Bruno Xavier (C), 12’ tt Bertacca (V)

Note: parziali 0-2, 0-2.

MESSINA – Il percorso della Farmaè Viareggio nella Coppa Italia di beach soccer si interrompe in semifinale, complice la sconfitta (1-3) con il Catania Fc. I bianconeri devono accontentarsi della finale per il terzo posto, in programma oggi alle 16.30.

L’avvio dei bianconeri è convincente: a Léo Martins bastano 7 secondi per spaventare gli etnei con un sinistro deviato. L’occasione più significativa al 4’, con Gori che non riesce a correggere in rete la sventola dalla distanza di Bertacca. Il Catania Fc passa al 9’ con Eudin. La reazione della VBS è immediata ma non supportata dalla buona sorte: al 10’, Bertacca centra la traversa in zampata su angolo di Fazzini, poi il difensore azzurro manda fuori di poco. A pochi secondi dal termine della frazione, gli etnei raddoppiano con il mancino incrociato di Jordan.

In apertura della frazione centrale Viareggio rischia ancora. Al 7’ doppia chance per Léo Martins. La VBS continua a premere alla ricerca di un gol che le consentirebbe di rientrare in partita, ma gli etnei si difendono bene.

Il terzo tempo vede subito il Catania FC pericoloso. I bianconeri rispondono con il tentativo da lontano di Carpita corretto da Gori, Bruno Xavier allontana. Ed è proprio il brasiliano, ex di turno, a inventarsi una prodezza al 4’ che permette al Catania FC di portarsi sul 3-0. All’8’ Léo Martins non inquadra la porta da buona posizione, poi Ozu centra una clamorosa traversa con una sassata da lontanissimo, emulato al 10’ da Carpita. L’unico gol dei bianconeri giunge troppo tardi - a 46 secondi dalla fine - con il tiro libero trasformato da Bertacca.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su