Calcio donne: Rossi nel recupero fallisce il pareggio. Under 17, addio al sogno scudetto Rimonta sfiorata contro la Juve

Finisce 3-2 per le bianconere la semifinale: oggi le ragazze guidate da Dani si giocano il terzo posto contro la Roma.

30 giugno 2024
Under 17, addio al sogno scudetto  Rimonta sfiorata contro la Juve

Under 17, addio al sogno scudetto Rimonta sfiorata contro la Juve

AREZZO

La Under 17 dell’Arezzo calcio femminile ha perso la semifinale delle Final Four nazionali valide per lo scudetto di categoria contro la Juventus, ma è uscita dal campo a testa alta, sfiorando una memorabile rimonta. La partita si è disputata venerdì sera nella bella cornice dello stadio "Riviera delle Palme" di San Benedetto del Tronto e le bianconere si sono imposte 3-2. L’avventura delle amaranto, comunque, non è ancora finita, perché questa mattina alle ore 10 a Sant’Elpidio a Mare la squadra del tecnico Giacomo Dani affronta, nella finalina per il terzo posto, la Roma sconfitta 5-0 nell’altra semifinale contro l’Inter. La cronaca ci racconta una sfida vivace fin dalle prime battute, con la juventina Ferraresi pericolosa in due occasioni prima del primo squillo aretino a firma Rosso, che non inquadra la porta su un cross da sinistra. Al 28’ la Juventus passa in vantaggio con un tiro-cross di Perfetti che inganna la portiera amaranto Cardarelli.

Le aretine accusano il colpo e otto minuti dopo subiscono il raddoppio di Copelli, ben servita dalla solita Perfetti. Prima dell’intervallo, c’è ancora tempo per il tris bianconero grazie a un colpo di testa di Bertora. Sembra finita, anche perché in avvio di ripresa le torinesi colpiscono una traversa e continuano a controllare la gara, ma l’Arezzo ha il merito di non arrendersi e segnare un gol con un lob pregevole di Torres a dieci minuti dalla fine. L’Acf si riversa in avanti per provare a riaprire definitivamente la contesa e ci riesce al 90’, grazie a un calcio di rigore per fallo di mano trasformato da Moretti. Nel recupero, un tiro di Rossi dalla lunga distanza sorvola di poco la traversa e sfuma così una rimonta incredibile. "Con qualche minuto in più – ha detto l’allenatore Dani a fine gara – avremmo potuto pure pareggiarla. Sono orgoglioso delle ragazze, sono state grandiose anche stavolta. Ci hanno creduto fino all’ultimo e non era facile, sotto 3-0 a fine primo tempo".

Luca Amorosi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su