Due punti di penalizzazione alla Fermana: "Decisione profondamente ingiusta"

Piove sul bagnato in casa gialloblu: riguarda il mancato pagamento entro la scadenza delle rate Inps per un importo totale di 9.474 euro

9 giugno 2024
Due punti di penalizzazione alla Fermana: "Decisione profondamente ingiusta"

Due punti di penalizzazione alla Fermana: "Decisione profondamente ingiusta"

Il weekend della Fermana è stato caratterizzato da un nuovo problema, d’altronde piove sempre sul bagnato. Stavolta nessun concordato fiscale, nessun nuovo acquirente, ma ben due punti di penalizzazione in classifica da scontare nella prossima stagione. Lo scorso aprile, poco prima dell’ultima partita della regular season contro il Pescara, la Sezione Disciplinare del Tribunale Federale Nazionale aveva comminato due mesi di inibizione al presidente Umberto Simoni e 3mila euro di multa al club. Nello stesso procedimento, Alessandria e Brindisi avevano preso punti di penalizzazione per la successiva stagione, ma per problematiche diverse. Dopo la prima sentenza, la Procura Federale ha fatto ricorso alla Corte Federale d’Appello sul caso della Fermana annullando il precedente giudizio e dando anche ai gialloblù due punti di penalizzazione. La motivazione, come affermato dall’avvocato di fiducia della Fermana Michele Cozzone in una nota ufficiale, riguarda il mancato pagamento entro la scadenza federale del 16 febbraio 2024 delle rate INPS di novembre e dicembre 2023, per un importo totale di 9.474 euro. Cozzone nel comunicato del club spiega: "In realtà, la Fermana f.c. s.r.l., per il tramite dello scrivente difensore, ribadisce, con fermezza e convinzione, la sua completa estraneità a qualsiasi inadempienza, atteso che il versamento delle rate di cui trattasi era sospeso a seguito della presentazione di domanda di adesione alla definizione agevolata (c.d. "Rottamazione quater"), per cui nessun pagamento era da effettuarsi alla menzionata data". Fin dall’uscita della nuova sentenza, la proprietà si è subito mossa per fare ricorso, per il quale bisognerà aspettare qualche giorno in attesa della pubblicazione ufficiale delle motivazioni. Cozzone continua: "Ritenendo, dunque, la pronuncia dell’Organo di Giustizia Sportiva assolutamente erronea e profondamente ingiusta, non si esiterà, subito dopo la pubblicazione delle relative motivazioni, ad adire il competente Collegio di Garanzia dello Sport del C.O.N.I. per ottenere l’integrale annullamento e/o riforma dell’indebito ed abnorme provvedimento sanzionatorio di cui trattasi". C’è fiducia sulla vittoria del ricorso, ma rimane pur sempre l’ennesimo problema che va ad abbattersi sull’estate già profondamente complicata della Fermana. Perché, nel frattempo, si continua a lavorare per reperire i soldi necessari allo stralcio del debito con Agenzia delle Entrate e Inps. Parallelamente tiene banco anche il discorso sui nuovi possibili e necessari acquirenti: anche da loro passerà il futuro della Fermana, che ancora non sa se questi punti di penalizzazione li dovrà scontare in Serie D o in qualsiasi altro campionato.

Filippo Rocchi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su