È Gigli il primo colpo dell’Arezzo. Bomber Morra sempre più vicino

Il difensore ex Rimini con Troise. Per l’attaccante, 19 reti in biancorosso, il club di Manzo davanti a tutti

di AREZZO -
21 giugno 2024
È Gigli il primo colpo dell’Arezzo. Bomber Morra sempre più vicino

È Gigli il primo colpo dell’Arezzo. Bomber Morra sempre più vicino

di Luca Amorosi

L’ batte un colpo. Il primo di un mercato che già s’infiamma, anche se i battenti apriranno ufficialmente tra una decina di giorni. Per il reparto difensivo arriva, a titolo definitivo, Nicolò Gigli dal Rimini: il centrale classe 1996, mancino di piede, ha firmato un contratto biennale e ad ritroverà il tecnico Emanuele Troise, che lo ha impiegato in trenta partite nella scorsa stagione, una delle migliori per il difensore cresciuto nelle giovanili della Fiorentina, impreziosita da quattro gol realizzati. Gigli è forte nel gioco aereo e in marcatura e gioca stabilmente in serie C dalla stagione 2016/17: circa 170 presente in terza serie con le maglie di Lecce, Matera, Rieti, Sudtirol, Potenza e proprio Rimini. Si aggregherà alla squadra il giorno del raduno, previsto il prossimo 7 luglio, dopodiché verrà presentato alla stampa. Il suo acquisto a questo punto potrebbe aprire alle cessioni di almeno uno tra Risaliti e Polvani in direzione Livorno, dove Indiani vorrebbe portarsi dietro alcuni suoi fedelissimi. Gigli, comunque, potrebbe essere solo il primo degli innesti provenienti dalla società biancorossa.

Nelle ultime ore, infatti, pare che l’ abbia puntato forte su Claudio Morra, attaccante centrale che nella stagione appena conclusa ha messo a segno ben 19 reti in 35 partite, diventando quindi l’oggetto del desiderio di tante squadre di serie C. La concorrenza di società importanti come Padova e Benevento e i due anni di contratto che ancora lo legano al Rimini, compresa una clausola rescissoria molto alta, rendono la trattativa decisamente complessa, ma il direttore sportivo Nello Cutolo, cui è stato garantito un budget maggiore rispetto al recente passato, sembra intenzionato a destinarne una bella fetta per accaparrarsi il vicecapocannoniere dello scorso girone B (solo Shpendi ha fatto meglio con 20 reti). L’arrivo della punta di Savigliano, provincia di Cuneo, innalzerebbe il tasso tecnico e realizzativo del reparto offensivo a disposizione di Troise, dove in ballo c’è sempre la permanenza di Emiliano Pattarello. Il Sudtirol ha scoperto le carte, bussando alla porta dell’, che vorrebbe trattenere l’esterno classe ’99 ma che potrebbe cedere alle lusinghe della società di Bolzano se nell’affare rientrasse anche Mawuli, che potrebbe tornare nuovamente in amaranto come contropartita tecnica trovando la formula più congeniale.

Cutolo, infatti, vedrebbe di buon grado il ritorno del mediano ghanese per un’altra stagione, inserendo così un’altra pedina fondamentale in organico. Un altro binario parallelo del mercato del Cavallino, per l’appunto, sono i prestiti: Coccia per il momento resta a Modena, dove si aggregherà al ritiro in attesa degli sviluppi di mercato, mentre per Donati e Renzi bisognerà parlare con l’Empoli, dove nel frattempo è arrivato l’ex diesse amaranto Roberto Gemmi. Chissà che questo non possa facilitare il buon esito delle trattative.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su