Gli arancio-blu promossi in Seconda con 18 vittorie su 19 gare. S.Ilario e il campionato perfetto: "Merito dei ragazzi del paese»

Lo Sporting Club Sant’Ilario trionfa nel girone B di Terza categoria con 18 vittorie su 19 partite, ottenendo la promozione in Seconda con tre turni di anticipo. Il direttore sportivo Spocchi esprime grande soddisfazione e punta sulla continuità e coinvolgimento della comunità locale per il futuro.

27 marzo 2024
S.Ilario e il campionato perfetto: "Merito dei ragazzi del paese"

La gioia del S.Ilario domenica quando la promozione è diventata matematica Stasera c’è la partita di Coppa. Il ds Spocchi: «La doppietta sarebbe fantastica»

Un percorso praticamente perfetto non poteva che portare al trionfo nel girone B di Terza categoria: con 18 vittorie in 19 giornate lo Sporting Club Sant’Ilario ha ottenuto la promozione in Seconda con tre turni di anticipo. La matematica è arrivata domenica nell’1-0 interno con l’Inter Club Parma (decisivo Thiago Alves, migliore marcatore dei suoi con 12 reti). Miglior attacco (50 reti), miglior difesa (21 subite, come il Team Corcagnano), e una sola sconfitta (il 22 ottobre, 5-3 in casa in favore del Montebello). Ci ha raccontato questo cammino il direttore sportivo degli arancio blu Massimiliano Spocchi.

Massimiliano Spocchi: una grande soddisfazione.

"Bellissimo vedere un ambiente così dopo qualche difficoltà. Non è scontato questo legame tra tutte le componenti".

Tra l’altro il presidente è suo padre.

"Esatto Maurizio Spocchi. Ma chi veramente merita di essere citato per la costruzione della squadra è Maurizio Pagano, insieme al mister Andrea Baldi. Le loro competenze sono state il valore aggiunto".

Cosa c’è nel futuro?

"Il nostro pilastro è il legame col territorio. Vogliamo dare continuità a questo spessore morale che stiamo cercando di trasferire in questi anni. Coinvolgere la cittadinanza, tutte le componenti devono far parte del tessuto sociale. Abbiamo tanti ragazzi di Sant’Ilario in rosa, e in futuro ne vorremmo coinvolgere sempre più".

I giovani che importanza avranno?

"Tanta. La priorità sarà proprio dare spazio ai ragazzi della zona e a quelli cresciuti nel nostro settore giovanile, senza nulla togliere a chi è venuto da fuori, sono stati tutti fantastici".

Come festeggerete il trionfo? "La festa è già iniziata. Dieci giorni fa abbiamo battuto 3-1 la Plaza ed era il mio compleanno: mi hanno fatto un bel regalo. Il secondo festeggiamento è arrivato domenica con la matematica. Ci sarà una cena organizzata, potendo contare sulla Club House, un ristorante lounge bar che sarà protagonista non solo di iniziative nostre, ma anche un riferimento per vari eventi sportivi del territorio".

Siete ancora in corsa per la coppa Presidenti.

"Una doppietta sarebbe davvero storica e bellissima".

Giuseppe Marotta

Continua a leggere tutte le notizie di sport su