I Canarini. Fermana, proseguono i contatti per i nuovi possibili acquirenti

L'attesa per la ripartenza della Fermana dalla Serie D continua, con trattative in corso per risolvere le questioni finanziarie e individuare nuovi proprietari. L'ex patron Battaglioni potrebbe tornare, ma tutto dipende da un progetto serio e pulito.

13 giugno 2024
Fermana, proseguono i contatti per i nuovi possibili acquirenti

Fermana, proseguono i contatti per i nuovi possibili acquirenti

Continua l’attesa in casa Fermana. Giorno dopo giorno l’ottimismo per una ripartenza tranquilla dalla Serie D cresce, ma con le sole sensazioni si fa poco. Le comunicazioni da viale Trento stanno a zero: da una parte va anche bene visto che parlare troppo in situazioni del genere può rischiare di far saltare le carte in tavola. Ma la frustrazione è tanta. La rassicurazione è sempre quella che nessuno sta con le mani in mano. Alle spalle dell’operazione salvataggio della Fermana c’è una grande macchina lavorativa, forse con proporzioni anche più grandi di quanto si possa credere. L’obiettivo che più preme è ovviamente quello della risoluzione della questione concordato, trovato da settimane con Agenzia delle Entrate e Inps, i due maggiori creditori della Fermana. Però per conoscere i successori della famiglia Simoni, ancora per poco detentori del 100% delle quote del club, bisogna aspettare lo stralcio della posizione debitoria della Fermana. I contatti con alcune cordate che si sono presentate alle porte della società stanno proseguendo diventando anche qualcosa di più di semplici sondaggi. Le trattative in corso ci sono, ma non è dato sapere chi sono gli interlocutori. Al momento qualche indizio sull’affidabilità di quest’ultimi, ma nulla di più. Della questione se ne sta occupando l’advisor Limatola. Da fuori si aspetta con pazienza che le trattative entrano nelle fasi clou per dare il via a una nuova era al Bruno Recchioni. Comunque, una volta concluso positivamente lo stralcio del debito, il club non sarebbe del tutto ripulito: mancano quattro mensilità dei contratti federali della scorsa stagione e ancora qualche pendenza con privati. Ma sicuramente niente di insormontabile rispetto ai due milioni e mezzo di qualche settimana fa. Non resta che concludere questo miracolo finanziario per dare il via alla ripartenza della Fermana. Che ancora una volta sarà in ampio ritardo rispetto alle dirette concorrenti, ma, vista la situazione con la quale il club si affacciava qualche settimana fa, lo prendiamo come oro colato. Intanto al mondo Fermana si è riavvicinato anche l’ex patron della Serie B dei gialloblù Giacomo Battaglioni. Con un’intervista su un portale locale, ha espresso la sua disponibilità a rientrare nell’ambiente Fermana, nonostante sia fuori dal calcio da parecchio tempo. Tutto ciò però a patto che il progetto sia serio e pulito. L’amministrazione comunale ora è particolarmente vicina a Battaglioni dopo la vicenda che ha finalmente riportato il vecchio marchio nelle mani del Comune e crede in un suo possibile ricoinvolgimento. Rivederlo a Viale Trento sarebbe particolarmente romantico, nonostante l’addio nel 2006 a dir poco brusco, ma non è certamente questo il momento per pensare alla questione.

Filippo Rocchi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su