Il caso: quindici sconfitte su sedici partite. L’allenatore perde quasi sempre?. La società decide di confermarlo

Pessina guiderà ancora lo Schieti appena retrocesso in Terza categoria: "Club serio i valori umani contano".

3 luglio 2024
L’allenatore perde quasi sempre?. La società decide di confermarlo

L’allenatore perde quasi sempre?. La società decide di confermarlo

Nel calcio quando i risultati non ci sono, a pagare sono gli allenatori. Ma capita l’inverso e se non è un record nazionale poco ci manca. Emanuele Pessina, classe 1966, nonostante che non abbia ma vinto (16 partite, 15 sconfitte e solo un pareggio) e sia retrocesso è stato confermato alla guida dello Schieti. Chiusa la stagione con la discesa dalla Seconda alla Terza categoria, i dirigenti non ci hanno pensato due volte e Pessina è rimasto al suo posto. La professionalità e i valori umani sono stati gli ingredienti per la conferma. "Voluta da tutti – puntualizza mister Pessina – dai dirigenti ai calciatori e io sono rimasto volentieri. La società è molto seria, ha voglia di fare bene, c’è il progetto di ritornare subito nella categoria superiore. C’è entusiasmo, tanta voglia di fare bene e con la collaborazione del direttore sportivo Daniele Magnanini stiamo allestendo una buona squadra". Una carriera da giocatore a buoni livelli quella di Pessina: prima nella Primavera della Lazio, poi ad Agrigento e tra altre a Cattolica con mister Zara. Ad allenare iniziò dalla Berretti Nazionale della Vis Pesaro: "Una grande Vis – ricorda – con il presidente Giuseppe Bruscoli, l’allenatore era Daniele Arrigoni, alcuni dei miei giovani poi andarono nella prima squadra e altri si affermarono in altre compagini. Rimasi a collaborare con Bruscoli anche quando allenarono la Vis Patrizio Sala e Dal Fiume. Poi guidai le panchine di diverse squadre di Eccellenza e Promozione e sono stato anche il vice di Cotroneo a Forlì in C2. Abito a Misano e sono felice di continuare ad allenare a prescindere dalla categoria". Anche se non si vince? "Speriamo di invertire la tendenza nel prossimo campionato. A Schieti sono arrivato all’ultima partita del girone d’andata, al di là dei risultati evidentemente la società ha apprezzato il mio lavoro". Lo Schieti ha chiuso la stagione 2023-24 all’ultimo posto con 5 punti (1 sotto la guida di Pessina nel match con la Santangiolese), subendo 82 reti e segnandone appena 13. Amedeo Pisciolini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su