Il presidente Crocioni. "Qualcuno era interessato al club, non ci sono state offerte concrete»

Il presidente della Maceratese, Alberto Crocioni, parla delle trattative di vendita del club e delle nuove prospettive con il nuovo staff tecnico. Si punta alla salvezza e si lavora per migliorare lo stadio.

9 giugno 2024
"Qualcuno era interessato al club, non ci sono state offerte concrete"

"Qualcuno era interessato al club, non ci sono state offerte concrete"

Le trattative per vendere la Maceratese, la nuova organizzazione e le prospettive: tocca più temi l’intervento del presidente Alberto Crocioni alla presentazione dell’allenatore Matteo Possanzini, del suo vice Emanuele Liberti, del preparatore atletico Cristian Mataloni, del preparatore dei portieri Oscar Brusi. Erano presenti anche Stefano Serangeli, neo dg del club biancorosso, e Nicolò De Cesare che sarà il ds. "Non nascondo – ha detto il presidente – di avere finito il torneo sfiduciato dopo essere partito con alte aspettative. Ho avuto dei contatti per cedere il club, ma non ci sono state offerte concrete e avviati discorsi seri". Adesso si volta pagina. "La Maceratese si è strutturata con figure importanti, con gente giovane che sta da tempo nel calcio". Il presidente si è soffermato sull’ultima stagione. "I tifosi – dice – sono stati splendidi, noi abbiamo la fortuna di avere una curva simile. Il dispiacere è non essere riusciti dare loro quelle gioie che si meritano. Io non posso essere artefici delle sconfitte, garantisco l’impegno economico assieme ad altri sostenitori". Si guarda avanti ben sapendo che il giudice supremo è solo il campo. "Il primo obiettivo è la salvezza perché quest’anno abbiamo corso dei rischi, nel calcio entrano in gioco tanti fattori, io mi fido di questo staff tecnico e dirigenziale". Da giorni sono iniziati i lavori allo stadio. "A metà del prossimo mese – dice Crocioni – provvederemo alla semina e a fine settembre dovrebbe essere pronto per giocarci. È importante che si possa continuare l’attività, con un’altra ditta avremmo avuto lo stadio chiuso per due anni".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su