Il Ravenna riabbraccia Antonioli: "Abbiamo obiettivi importantissimi"

Per il dopo Gadda si punta sull’allenatore che portò i giallorossi in C nel 2016-2017. Il vice sarà Piccoli

20 giugno 2024
Il Ravenna riabbraccia Antonioli: "Abbiamo obiettivi importantissimi"

Il Ravenna riabbraccia Antonioli: "Abbiamo obiettivi importantissimi"

"Sono emozioni fortissime quelle che provo nel tornare ad allenare il Ravenna". Mauro Antonioli si è presentato così per quello che sarà il suo Ravenna bis. Da ieri pomeriggio, il cinquantacinquenne tecnico milanese, ma bellariese d’adozione – conosciuto in città per aver vinto la serie D nel 2016-17 al termine di una clamorosa rimonta sull’Imolese, e per aver portato la squadra del presidente Brunelli ad una comoda salvezza, l’anno successivo, al debutto fra i professionisti – è anche ufficialmente il nuovo allenatore dei giallorossi. Sostituirà un altro vincente, ovvero Massimo Gadda. Dopo l’esperienza in giallorosso, nel 2018-19, Antonioli ha condotto la Reggiana alla finale playoff di serie D.

È stata quella l’ultima stagione ‘intera’. Dopodiché sono arrivate solo esperienze a metà, ovvero la Fermana in C (subentrato, ma poi esonerato); la Sambenedettese in D chiamato dall’ex ds giallorosso Sabbadini (subentrato, ma, anche qui, in seguito esonerato); Imolese in C (esonerato e richiamato); Forlì in D, l’anno scorso ingaggiato in corso d’opera per sostituire Martini, portando comunque la squadra ad un passo dai playoff. Al nome di Mauro Antonioli si è arrivati al termine di un giro un po’ tortuoso, fatto di accordi saltati (San Marino) e di depistaggi (Ascoli): "Oltre al discorso legato agli obiettivi della nuova proprietà, c’è anche un legame affettivo, di ricordi e di successi che, qui a Ravenna, abbiamo ottenuto insieme. Accanto alla situazione professionale c’è dunque anche la parte emotiva, che è risultata determinante nella scelta che ho fatto". Antonioli, che predilige il 4-3-3 o anche il 4-3-1-2 rispetto al 3-4-1-2 (o 5-3-2) di Gadda, è ovviamente consapevole che il Ravenna 2024-25 sarà la squadra da battere e che l’obiettivo non potrà che essere molto ambizioso: "Grande carica e obiettivi importantissimi. Bisognerà dare più del massimo per soddisfare le aspettative della nuova proprietà. Ringrazio la società per la possibilità che mi ha dato di tornare a Ravenna. Ringrazio il ds Davide Mandorlini, che è stato il mio capitano nell’anno in cui abbiamo vinto il campionato. Lo ritengo un motivo di orgoglio e anche di grande responsabilità, perché voglio soddisfare le richieste e le aspettative che la società ha sul sottoscritto. Per questo, siamo già pronti e carichi per lavorare".

In questo secondo capitolo della propria avventura col Ravenna Fc, Antonioli sarà nuovamente accompagnato dallo storico vice Ivan Piccoli e da Ermes Morini in qualità di preparatore dei portieri. Salutano dunque Paolo Sciaccaluga, vice di Gadda, e il preparatore dei portieri Stefano Dadina. Sul fronte societario, in attesa del closing dei prossimi giorni, è stata fissata per giovedì 4 luglio a Palazzo Merlato la conferenza stampa di presentazione del nuovo management giallorosso.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su