La Robur studia le prossime mosse. Direttori e mister valutano più profili

La Robur Siena si prepara per l'iscrizione alla Serie D, con conferme e rumors sul futuro della squadra. Scadenza per la domanda di ammissione entro il 12 luglio, con requisiti e documenti da presentare. Aspettative per il ritorno al vecchio stadio e campo di gioco.

21 giugno 2024
La Robur studia le prossime mosse. Direttori e mister valutano più profili

La Robur studia le prossime mosse. Direttori e mister valutano più profili

Tra qualche notizia ufficiale (la conferma di Galligani e il rinnovo di Cavallari), qualche rumors più o meno veritiero (I direttori Guerri e Farina, in concerto con il tecnico Lamberto Magrini stanno valutando i profili giusti con cui innestare l’ossatura della squadra, con i vari Achy, Bianchi, Masini, Boccardi, Morosi, Hagbe… ancora in bianconero) e la conferma che il prossimo anno la Robur potrà tornare nella disponibilità del vecchio Rastrello e del campo Bertoni all’Acquacalda (affidamento, da parte del Comune, per un anno, con il rinvio del bando pubblico per l’assegnazione), dopo una stagione trascorsa in affitto, la data per l’iscrizione alla Serie D è sempre più vicina.

La presentazione della domanda di ammissione dovrà avvenire tra sabato 8 e mercoledì 12 luglio con il termine ultimo, ‘di natura perentoria’, fissato alle 18 dello stesso 12. Tra i vari documenti da presentare la copia del verbale dell’assemblea in cui sono state attribuite le nuove eventuali cariche sociali per la nuova stagione sportiva o la conferma delle cariche in caso non ci sia stata variazione. Dal punto di vista economico la società dovrà versare 21.500 euro, che comprendono la tassa associativa, i diritti d’iscrizione al campionato, i diritti d’iscrizione al campionato Juniores e l’acconto a garanzia di eventuali passività sportive, oltre alla fideiussione di 31mila euro. Per le società che salite dall’Eccellenza, ed è il caso del Siena Fc, è necessaria la comunicazione del Comitato Regionale di provenienza di avvenuto deposito delle dichiarazioni liberatorie attestanti il pagamento a tutto il 31 maggio 2024 dei tesserati. Nella domanda anche il nulla osta della società proprietaria degli impianti in cui giocherà la prima squadra e la formazione Juniores.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su