L’Arezzo va sott’acqua. Prima il rigore sbagliato e poi il ko a tempo scaduto

Gli amaranto hanno l’occasione per il vantaggio dagli 11 metri ma Guccione spreca. Gucci entra e pareggia il gol del Pineto che poi sbanca il Comunale al 94’ con Volpicelli.

di AREZZO -
13 novembre 2023
Prima il rigore sbagliato e poi il  ko a tempo scaduto
Prima il rigore sbagliato e poi il ko a tempo scaduto

di Andrea Lorentini

Il Pineto si conferma bestia nera per l’ che perde in pieno recupero contro gli abruzzesi. Non è bastato il solito Gucci per togliere dai guai gli amaranto. L’attaccante aveva firmato la sesta rete stagionale dopo appena due minuti dal vantaggio ospite. Al comunale finisce 2-1 per i biancocelesti ed è una beffa atroce. Sul risultato pesa anche il rigore fallito da Guccione nel primo tempo.

Senza lo squalificato Mawuli, Indiani aveva rilanciato dal primo minuto Foglia, preferendo Damiani a Bianchi. Davanti confermato Crisafi con Guccione titolare piazzato alle spalle dell’argentino e di Pattarello, quest’ultimo avanzato da seconda punta. Nel 4-3-1-2 dell’ la chiave tattica è proprio la posizione dell’ex Mantova il cui compito è di innescare le punte e gli inserimenti delle mezze ali.

L’avvio è promettente per gli amaranto che producono qualche punizione potenzialmente pericolosa, un paio di traversoni da sinistra di Coccia non sfruttati e una folata di Crisafi in campo aperto disinnescata dalla difesa abruzzese.

La gara viaggia sui binari dell’equilibrio anche se Villa rischia il rosso su Pattarello lanciato verso la porta e poco dopo (26’) gli amaranto costruiscono l’azione più incisiva della prima frazione quando Guccione vede il taglio di Foglia la cui girata sotto misura è bloccata da Tonti. Servirebbe un lampo per spezzare la monotonia e, puntuale, arriva al minuto 34: splendida verticalizzazione di Guccione per Pattarello che viene steso in area. L’arbitro assegna il rigore (netto), ma ammonisce soltanto il difensore del Pineto. Dal dischetto, però, Guccione sciupa tutto facendosi parare il tiro dal portiere che si oppone anche sulla ribattuta dello stesso numero 7. Scampato il pericolo, Amaolo ridisegna un Pineto più accorto passando alla difesa a 5. La ripresa si apre con lo stesso canovaccio: in pressione, abruzzesi che cercano le ripartenze.

Dopo un’ora Indiani toglie Crisafi e Guccione ed inserisce Gucci e Castiglia. Ad un quarto d’ora dalla fine il Pineto passa: sulla punizione di Volpicelli Chakir sfrutta una sponda e scaraventa in rete il pallone del vantaggio. L’1-0 resiste appena due minuti perché al 77’ Gucci trova l’incornata sotto porta che vale il pari. Nel finale entrano anche Iori e Bianchi, ma la beffa matura al 94’ quando, direttamente dagli sviluppi di un angolo a favore, l’ subisce la ripartenza ospite conclusa da Volpicelli che scavalca Borra e regala i tre punti ai suoi.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su