Lecco-Spezia 0-0: solo pareggio nello scontro salvezza

Gli aquilotti hanno le occasioni per vincere il match, ma rischiano anche di crollare. Traballa sempre la panchina di Alvini

di MARCO MAGI -
8 novembre 2023
Un pari nella sfida tra Lecco e Spezia

Un pari nella sfida tra Lecco e Spezia

Lecco, 8 novembre 2023 – Se non altro riprende a muovere la classifica lo Spezia. Anche se il punticino ottenuto sul campo del Lecco, in un vero scontro-salvezza, non è poi così pesante. Occasioni da entrambe le parti nell'arco del match davanti a 4mila persone (133 i tifosi aquilotti), dove partono forte i padroni di casa, ma chiudono in attacco gli aquilotti.

Alvini decide di sostituire lo squalificato Nikolaou con Betola, mentre Ekdal rientra dallo stop ed è subito titolare, facendo scalare Salvatore Esposito dietro alle due punte (Pio Esposito parte dalla panchina). Dall'altra parte Bonazzola schiera i 10 undicesimi delle ultime due sfide, con il solo innesto di Guglielmotti al posto di Galli (entrato poi nella ripresa).

L'avvio dei locali è aggressivo e dopo due minuti Novakovich e Guglielmotti non ci arrivano per un soffio, dopo due minuti, davanti a Dragowski. Poi un'occasione per lo Spezia all'8', ma Melgrati è reattivo su Kouda (servito da Ekdal), poi Elia chela riprende spara alto. E dopo due tiri alti di Kouda e Moro, i lombardi si trovano davanti una grande risposta di Dragowski, sul colpo di testa ravvicinato di Novakovich.

Si resta 0-0, ma per il gol annullato a Novakovic, lo Spezia al 18' deve solo ringraziare Guglielmotti, piazzato molto vicino a Dragowski, in posizione di offside attivo, visto che gli impedisce l'eventuale (complicatissima) parata. Poi, al 29', ancora protagonista Guglielmotti che viene steso in area da Bertola, ma per fortuna era partito da una posizione irregolare (millimetrica).

Nel secondo tempo solo un cambio, per i padroni di casa, che all'8' trovano l'esterno della rete con la conclusione di Lepore, dopo un'azione insistita. Antonucci penetra invece in area dalla destra all'11', il suo potente destro viene respinto da Melgrati, poi Kouda perde l'attimo. È pericolosissimo il contropiede di Crociata, che si invola, ma viene poi contrastato da Amian al 12' e così tutto sfuma, in un 3 contro 2. Sul cross di Kouda al 17', spara alto Amian da un passo. Ma è incredibile l'errore di Novakovich al 26', che fa tutto bene scartando Bertola a centro area, poi il suo destro è troppo largo.

Chiude in attacco lo Spezia, con il diagonale di Candelari respinto da Melgrati e la conclusione molto larga di Reca, da dove aveva segnato il suo gol più recente. Finisce dunque, così, dopo tre minuti di recupero. E adesso lo Spezia è obbligato a vincere contro la Ternana domenica al Picco. Anche Alvini lo sa, la sua panchina è molto traballante.

Lecco-Spezia 0-0

LECCO (4-3-3): Melgrati; Lepore, Celjak, Bianconi (23'st Battistini), Caporale; Crociata, Ionita, Sersanti; Guglielmotti (1' st Galli), Novakovich, Buso (38'st Tordini). A disp. Saracco, Agostinelli, Boci, Degli Innocenti, Donati, Eusepi, Lemmens, Marrone, Pinzauti, Tenkorang. All. Bonazzoli.

SPEZIA (3-4-1-2): Dragowski; Amian, Muhl, Bertola; Elia (21' st Candelari), Kouda (33' st Cassata), Ekdal, Reca; S. Esposito; Moro (33' st Verde), Antonucci (21' st P. Esposito). A disp. Zoet, Zovko, Moutinho, Corradini, Cugnata, Krollis, Pietra, Serpe. All. Alvini.

Arbitro: Monaldi di Macerata (assistenti Di Monte di Chieti e Ricci di Firenze, quarto uomo Delrio di Reggio Emilia; Var Paterna di Teramo, Avar Meraviglia di Pistoia).

Continua a leggere tutte le notizie di sport su