Magrini: "Siena con la solita mentalità. E’ un successo ampiamente meritato"

COLLE VAL D’ELSA Missione compiuta: il Siena ha archiviato anche la pratica Mazzola. Con u...

10 dicembre 2023
Magrini: "Siena con la solita mentalità. E’ un successo ampiamente meritato"
Magrini: "Siena con la solita mentalità. E’ un successo ampiamente meritato"

Missione compiuta: il Siena ha archiviato anche la pratica Mazzola. Con un successo, per la gioia di Lamberto Magrini (nella foto). "Siamo scesi in campo con la mentalità di sempre – ha commentato il mister bianconero –, con l’idea di sbloccare il prima possibile la partita: in contropiede Galligani, Boccardi e Candido, sono pericolosi, perché dotati di buona corsa e buona tecnica individuale. Siamo riusciti a passare in vantaggio e l’abbiamo controllata anche abbastanza bene, a parte due-tre situazioni nel primo tempo alla nostra destra in cui il Mazzola si è reso pericoloso. Nel secondo tempo abbiamo dominato la partita e abbiamo vinto meritatamente".

Due dei tre gol sono arrivati da giocatori subentrati, Achy e Ricciardo. "Vuol dire che ho azzeccato i cambi – scherza –? No, quello vuol dire poco. Certo è che i cambi sono fondamentali perché ti permettono di cambiare mezza squadra. Dal martedì cerco di caricare tutti, di spiegare che un cambio può essere determinante anche a 5 minuti dalla fine. Oggi, come in tutte le altre gare i ragazzi sono entrati con lo spirito giusto. Anche perché se vedo uno che è scocciato perché non gioca finisce in tribuna". Bello il gesto di Galligani che ha lasciato battere il rigore a Boccardi. "Ha agito da ragazzo intelligente: ha capito che non è il suo miglior momento e ha lasciato battere a Pippo che comunque li sa calciare e aveva bisogno di tornare al gol". Sugli infortuni. "Li avevamo gestiti benino fino alla settimana scorsa – ha detto Magrini –, adesso iniziano a essere un po’ troppi. Domanica mancheranno anche Lollo e Pagani per squalifica. Siamo un po’ in emergenza. Le assenze fanno parte del gioco, le alternative ci sono, darò ancora spazio ai giovani. Ma sì, le condizioni del campo influiscono eccome". A proposito di under: Hagbe ha vestito la maglia, numero 10, titolare, El Jallali e Costanti hanno esordito.

"Durante la rifinitura, quando preparavamo le palle inattive, stonava un po’ che Alfred avesse il 10 – ha sorriso il mister –. Ma gli ho detto che glielo lasciavo perché se lo meritava. Ha fatto una buona gara, il ragazzo c’è, ha forza, reattività, esplosività nell’uno contro uno, quando aggredisce è bravo a rubare palla. Va disciplinato un po’ tatticamente, ma con l’aiuto dei ragazzi in campo e di noi dalla panchina ha fornito un’ottimaa prova. Quando posso do a tutti la possibilità di esprimersi – ha affermato Magrini –: purtroppo non avendo fatto la preparazione estiva, né amichevoli, qualche ragazzo è stato penalizzato. Sono contento per loro".

Angela Gorellini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su