Memorial Bosi. La Rondinella sorride. Sua la seconda edizione

La Rondinella vince il 2° Memorial Francesco Bosi di calcio dilettanti, con personalità del mondo sportivo e istituzionale presenti. Premiati capocannoniere e giocatore con riconoscimento speciale. Una giornata di sport che unisce e fa divertire, con valori dell'amicizia e dello stare insieme. Appuntamento alla terza edizione.

2 gennaio 2024
La Rondinella sorride. Sua la seconda edizione
La Rondinella sorride. Sua la seconda edizione

La Rondinella vince il 2° memorial Francesco Bosi di calcio dilettanti, disputato durante le festività natalizie. Al secondo posto la Lastrigiana, terzo l’Affrico e quarto il Rio Marina. Nel quadrangolare la Rondinella ha battuto 6-0 il Rio Marina e prevalso in finale 3-0 sulla Lastrigiana, con gol di Cragno, Antongiovanni e Rosi. La manifestazione si è svolta al Centro Tecnico di Coverciano davanti a numerose personalità del mondo sportivo e istituzionale. Premiati Gregorio Minischetti come capocannoniere e Mirko Petri con un riconoscimento speciale, entrambi giocatori della Rondinella. Ospiti d’onore i ragazzi di ‘Un calcio per tutti Onlus’, che svolgono attività sportiva grazie ad un progetto rivolto ai bambini con disabilità intellettive e motorie.

Queste le parole dei figli Lorenzo e Paolo Bosi, rispettivamente presidente della Rondinella e dirigente della Cattolica Virtus: "Una bella giornata di sport, nel ricordo di Francesco, che unisce e fa divertire. I valori dell’amicizia e dello stare insieme sono stati i veri vincitori. Lo sport deve avere un ruolo formativo per giocatori, famiglie e arbitro. Un particolare ringraziamento a Luciana Pedio, Ilario Saturni e Stefano Gallastroni, a tutti i migliori auguri di vittorie, salute e pace".

Paolo Mangini, presidente regionale Figc-Lnd: "Bosi è stato un grande uomo di sport. Molto attento alla crescita educativa dei ragazzi e alla qualità delle strutture sportive. Ha ricoperto alti ruoli politici e lo ricordo quale assessore allo sport di Firenze e dirigente qualificato". Tiziano Reni, presidente regionale arbitri: "Trasmettere il rispetto delle regole e dell’avversario è fondamentale. La figura dell’arbitro racchiude molti valori ed insegna la cultura della vittoria e della sconfitta".

Fabio Giorgetti, presidente commissione sport del Comune: “Dobbiamo creare esempi virtuosi e dei veri uomini in campo e fuori. Ritengo positivo aprire un colloquio con gli arbitri e il mondo istituzionale.”

Presente la moglie Marina Giannoni Bosi e la Fondazione Bosi, insieme a tante personalità. E ora appuntamento alla terza edizione del Memorial.

Francesco Querusti

Continua a leggere tutte le notizie di sport su