Pirlo batte Nesta: la Samp vince 2-1 e ora la "Regia" non esulta da sei gare

Troppo poco la Reggiana per pensare di vincere: la Samp vince con due gol a cavallo dell'intervallo. Si torna in campo sabato 23 dicembre

di GIUSEPPE MAROTTA -
16 dicembre 2023
L'allenatore della Reggiana Nesta

L'allenatore della Reggiana Nesta

Reggio Emilia, 16 dicembre 2023 – Niente da fare: la Sampdoria sbanca Reggio Emilia e la Reggiana allunga a sei gare la striscia negativa senza vittorie. Forse la peggior prova interna in questa B per i granata. 

Nel primo tempo tanta Samp, e poco granata. Bardi si esalta due volte: al 13’ è miracoloso su De Luca, che era tutto solo davanti al numero 22 granata: decisivo il “muro” di piede.

Poi altro intervento al 35’: spizzata sopra la traversa con la punta delle dita su un tiro da lontano di Kasami. Non difficilissimo (centrale) ma comunque Bardi c’è. Le uniche occasioni granata arrivano tra il 38’ e il 43’: prima Varela, su sponda di Portanova, calcia forte dal limite in diagonale, ma un difensore devia in corner (che non viene concesso perché il tocco non è stato visto dalla terna).

La doccia fredda poco prima del duplice fischio: Kasami s’inserisce nelle crepe della non compatta difesa granata e batte Bardi col mancino. Ad inizio ripresa esce Marcandalli per Szyminski: impatto horror, però, per la Reggiana, che prende gol dopo nemmeno 30 secondi. Bardi para su Esposito, ma De Luca è un rapace sul tap-in. Ed è 2-0 Doria.

Poi tanto possesso granata ma sterile, con due sole vere occasioni: Szyminski che al 58’ di testa, tutto solo su un corner, non prende la porta, e 5’ dal gong finale quando Varela prende l’esterno della rete non servendo Gondo che era tutto solo. In mezzo una punizione di Portanova toccata in corner da Stankovic, e poco prima un dubbio in area: Stankovic esce non prendendo la palla e scontrandosi con Gondo. Ha rischiato il rigore, ma per l’arbitro (dopo un check in cuffia col Var) è fallo della punta.

Nel recupero si accende all’improvviso la partita, per quel poco che mancava: al 91’ il gol sottoporta di Portanova (assist di Fiamozzi) che accorcia le distanze, e poco dopo doppio giallo a La Gumina e Samp in dieci. È, però, troppo tardi.

Si torna in campo sabato 23 dicembre: Reggiana in scena alle ore 16.15 al “Druso” di Bolzano col Sudtirol. IL TABELLINO

REGGIANA-SAMPDORIA 1-2

REGGIANA (3-5-2): Bardi; Sampirisi (38’st Lanini), Romagna, Marcandalli (1’t Szyminski), Fiamozzi, Portanova, Bianco, Nardi (16’st Melegoni), Pieragnolo; Varela, Antiste (16’st Gondo). A disp.: Sposito, Satalino, Rozzio, Shaibu, Libutti, Kabashi. All.: Nesta SAMPDORIA (4-3-2-1): Stankovic; Depaoli, Ghilardi, Gonzalez, Murru; Kasami, Yepes (39’st Ricci), Giordano; Esposito (44’st Askilden), Verre (39’st Benedetti); De Luca (21’st La Gumina). A disp.: Ravaglia, Panada, Conti, Malagrida, Girelli, Buyla, Stojanovic, Ntanda. All.: Pirlo

Arbitro: Fourneau di Roma 1 (Politi e Votta; IV ufficiale Ramondino; Var Di Paolo, Avar Longo) Reti: Kasami ((S) al 44’pt, De Luca (S) al 1’st, Portanova (R) al 46’st. Note: spettatori 9273, per un incasso lordo di 101.855,95 euro. Ammoniti De Luca, Marcandalli, Portanova, Depaoli, Pieragnolo, Fiamozzi. Espulso al 47’st La Gumina per doppio giallo. Angoli: 3-7 Recuperi: 2’ e 5’.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su