Robur all’assalto dell’ostico Foiano. Magrini: "I ragazzi si faranno valere"

SIENA di Angela Gorellini Non cerca alibi, il tecnico bianconero Lamberto Magrini: "Gli infortuni e le squalifiche fanno parte del gioco" dice....

di ANGELA GORELLINI -
17 dicembre 2023
Robur all’assalto dell’ostico Foiano. Magrini: "I ragazzi si faranno valere"
Robur all’assalto dell’ostico Foiano. Magrini: "I ragazzi si faranno valere"

Non cerca alibi, il tecnico bianconero Lamberto Magrini: "Gli infortuni e le squalifiche fanno parte del gioco" dice. Ma di fatto anche oggi il suo Siena conterà diverse defezioni. E la partita, contro la Nuova Foiano, non è delle più semplici. "Li ho visti giocare quattro-cinque volte, sono una squadra organizzata – ha sottolineato il mister –, che sta bene in campo; a inizio stagione hanno fatto vedere ottime cose, poi hanno avuto un calo. Ma hanno la miglior difesa, insieme a noi e al Terranuova Traiana e in trasferta hanno perso soltanto due volte. Non è un caso che siano stati in testa per un po’. Dovremo affrontarli con la testa giusta, ma non ho dubbi che i miei ragazzi si faranno valere".

Il campo, nota ancora dolente: il Siena, anche oggi, giocherà al Berni di Badesse.

"Ci abbiamo provato a trovare un altro impianto – ha spiegato Magrini entrando nel dettaglio –, io stesso ho fatto diverse telefonate. Ma non è stato possibile spostarci. Una valida alternativa poteva essere San Gimignano, una bella struttura tutta nuova, ma fino a gennaio non è disponibile. Ma il vero problema continua a essere lo stadio: il Comune, Tar o non Tar, deve tornarne in possesso perché è certamente un suo diritto".

E’ quindi passato a spiegare le scelte di formazione, il mister. "Granado e Masini sono ancora fuori – le sue parole –: Bernardo sta un po’ meglio ma ne sapremo di più dopo la prossima ecografia. Lollo e Pagani sono squalificati. Anche Bianchi ha avuto un problema, si è allenato a parte durante tutta la settimana eccetto ieri. Potrebbe darci una mano, ma deve essere lui adirmi che sta bene, non vorrei rischiare. Cristiani è recuperato, giocherà titolare anche se un po’ di timore per una eventuale ricaduta c’è, anche in considerazione delle condizioni del campo".

"Le sostituzioni sono corte in attacco – ha aggiunto l’allenatore della Robur –, ma a centrocampo e in difesa abbiamo ottime alternative. E la formazione che ho scelto mi dà garanzie. Perdiamo qualcosa nella fisicità, nelle palle alte in mezzo al campo, ma Hagbe ha qualità e corsa, Candido qualità, Cristiani esperienza. Anche Leonardi può fare la mezzala, come Achy che può fare il terzo di difesa, il laterale destro o il mediano. Potrei utilizzarlo per mantenere un eventuale risultato. Ha avuto un po’ di febbre a inizio settimana, ma da giovedì – conclude l’allenatore bianconero Lamberto Magrini – è tornato a disposizione".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su