Serie D. La Pistoiese riparte oggi. All’orizzonte il Ravenna

La Pistoiese si prepara a ripartire con una squadra rinnovata sotto la guida di Gabriele Parigi, con l'obiettivo di raggiungere la salvezza. La prima sfida sarà contro la capolista Ravenna. Parigi dovrà fare affidamento sui giocatori della Juniores e sui nuovi arrivati.

2 gennaio 2024
La Pistoiese riparte oggi. All’orizzonte il Ravenna
La Pistoiese riparte oggi. All’orizzonte il Ravenna

La Pistoiese si appresta a ripartire, o almeno così dovrebbe essere in base a quanto detto dal ’patron’ Maurizio De Simone nell’ultima conferenza stampa del 2023. È dunque pronta a riprendere l’attività della truppa arancione che, completamente rinnovata dopo il ’fuggi-fuggi’ di dicembre, è pronta a tornare ad allenarsi sotto la guida di Gabriele Parigi.

Agli ordini del neo-tecnico, coadiuvato da dal vice allenatore Riccardo Durante (già secondo di mister Manolo Manoni e collaboratore di mister Luigi Consonni) e dal preparatore dei portieri Paolo Galardi, si ritroveranno tutti giocatori nuovi, tra cui molti ragazzi della squadra Juniores (circa una decina di unità), gli ultimi arrivati in arancione (i portieri Niccolò Zucchini e Antonio Guerra, i difensori Demetrio Ielo e Yuri Medolia, il centrocampista Abdou Lahad Diakhaté, l’attaccante Gianmarco Pierfederici) e, forse, altri che si aggregheranno in settimana (si parla insistentemente di Niccolò Malusci e Francesco Frijia, in particolare).

L’obiettivo a lungo termine è quello di provare a centrare la salvezza, nell’immediato quello di preparare la sfida di domenica al Melani contro la capolista Ravenna. Come prima volta (seconda, considerando ’l’improvvisata’ con il Lentigione) sulla panchina della prima squadra, Parigi si trova subito di fronte una difficoltà non di poco conto. Il tecnico arancione non solo dovrà in breve tempo provare a formare un undici titolare da mandare in campo, ma dovrà pure dare un gioco ad una squadra i cui giocatori non si conoscono, non hanno mai giocato insieme e, con ogni probabilità, non sono neppure al cento per cento della condizione.

Ad oggi Parigi dovrà fare affidamento principalmente sui suoi ragazzi della Juniores, visto al momento sono solo sei i nuovi arrivati e non è dato sapere se siano già pronti all’uso. Il tutto tenendo conto che di fronte ci sarà la prima della classe che, ovviamente, non vorrà di certo perdere l’occasione per portare via d’autorità i tre punti evitando rischi inutili.

M.I.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su